• Notizie

Talkin'about Food Forum

Il Food & Beverage in un click!

Versione 001/16

Indicatori CALDO-FREDDO monitoraggio trasporti

(Autore: - Pubblicato il:


Sono venuto a conoscenza di alcuni indicatori caldo-freddo per monitorare le temperature di trasporto del prodotto finito. Mi sembrano utili, semplici e fatti bene, riporto il sito di seguito: www.warmmark.eu

E.coli O157:H7 nuovo metodo quantitativo rapido e sensibile

(Autore: - Pubblicato il:


Il maggiore ostacolo all'applicazione della real-time PRC nella ricerca di E.coli O157:H7, E' dato dall'incapacità di questo metodo di distinguere tra DNA di cellule vive e morte. Ricercatori dell'University of Missouri hanno sviluppato una metodica che, grazie al ricorso al colorante EMA (bromuro di etidio monoazide) ed un controllo interno di amplificazione (IAC), rende questa PCR selettiva nei confronti delle cellule vive di E.coli O157:H7. Info: L. Wang , Y. Li and A. Mustapha "Detection of viable Escherichia coli O157:H7 by ethidium monoazide real-time PCR" Journal of Applied Microbiology

Sushi + The, binomio perfetto!

(Autore: - Pubblicato il:


I ricercatori della Purdue University hanno dimostrato che bere the nero o verde assieme al sushi diminuisce del 92% l'assunzione di metalli tossici quali il mercurio (se presenti). La spiegazione starebbe nel fatto che l'alto contenuto di catechine nelle foglie della bevanda si legano ad esso impedendone quasi totalmente l'assimilazione da parte del nostro organismo. Link dell'ateneo: http://www.purdue.edu/ - Fonte: Men's healt di gennaio 2009: http://www.menshealth.it/MH/home/main/index.jsp

L'integrale a nudo!

(Autore: - Pubblicato il:


Alcune pagine di interesse nutrizionale dedicate al cereale integrale. Per informazioni: http://www.eufic.org/article/en/expid/Whole-grain-Fact-Sheet/

Melammina: nuovo limite di tollerabilità proposto dalla WHO

(Autore: - Pubblicato il:


Recentemente, ad Ottawa (Canada), si è riunito un consiglio di esperti della World Health Organization che ha stabilito il limite massimo di assunzione giornaliera (TDI) di melammina: 0,2mg/kg di massa corporea. Rispetto ai valori proposti da EFSA (0,50mg/kg) e FDA (0,63mg/kg), questo limite è più restrittivo, ma dalla WHO assicurano che non si tratta di un limite di sicurezza, bensì di un limite di tollerabilità, che dovrebbe aiutare le autorità nazionali per individuare le adulterazioni. Per info, vedi sito ufficiale WHO: http://www.who.int/mediacentre/news/releases/2008/pr48/en/index.html

Autori del mese

Pubblicità