TRATTATO IN SUPERFICIE CON ALCOOL

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> TRATTATO IN SUPERFICIE CON ALCOOL

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo TRATTATO IN SUPERFICIE CON ALCOOL, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Ciao,

mi sono imbattuto in una Filiera diversa rispetto a quella in cui lavoro. Nello specifico si tratta di un'Azienda che produce Prodotto da Forno Dolciari (i.e. Merendine, etc.), in cui si utilizza Alcol Etilico - spruzzato in superficie - per scongiurare lo sviluppo di Muffe. Un Cliente ha però chiesto a quest'Azienda di eliminare l'Alcol, sostituendolo con un conservante.

Volevo chiedervi se qualcuno di voi conosce meglio la questione Alcol, perchè guardando diversi prodotti similari a scaffale, praticamente non hanno nè Alcol in sueprficie, nè conservanti dichiarati.

A vostro avviso, è possibile non dichiarare in Etichetta che il Prodotto è trattato con Alcol?

Purtroppo, facendo ricerche tra i differenti Regolamenti non sono riuscito a trovare alcunché a riguardo.

Grazie in anticipo a chi vorrà intervenire apportando il proprio prezioso contributo.

Nicola


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: TRATTATO IN SUPERFICIE CON ALCOOL
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Riguarda solamente il pane:

MINISTERO DELLA SANITA - DECRETO 13 luglio 1998 , n. 312

Regolamento recante norme per il trattamento con alcool etilico del pane speciale preconfezionato.

(GU n.200 del 28-8-1998 )


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

mi viene da pensare anche che possano aver trovato alternative tipo atmosfera modificata oppure utilizzo di antimicotici tipo sorbati (tanto il problema di questi prodotti di solito sono le muffe).

MG


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

RegUE 1333/2008__

07.2 Prodotti da forno fini

E 200-202 Acido sorbico – sorbato di potassio - 2 000 mg/kg (1) (2) - Solo con un'attività dell'acqua superiore a 0,65

E 280-283 Acido propionico - propionati - 2 000 mg7kg- (1) (6) - Solo prodotti da forno fini preconfezionati (inclusi i prodotti di pasticceria) con un'attività dell'acqua superiore a 0,65

(1) Gli additivi possono essere aggiunti singolarmente o in combinazione

(2) Il livello massimo è applicabile alla somma e i livelli sono espressi come acido libero

(6) L'acido propionico e i suoi sali possono essere presenti in alcuni prodotti fermentati ottenuti con processo di fermentazione secondo una buona prassi di fabbricazione


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

si ci sono aziende che dichiarano conservanti. Ma la maggior parte oramai non dichiara in etichetta nè alcol nè conservanti. Ma all'apertura della confezione si sente la presenza di un qualcosa di alcolico. Molto probabilemente c è qualche falla a livello legislativo che viene sfruttato, altro non saprei


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ha pensato ad un aroma in base alcolica che viene dichiarato come aroma.

Solo un esempio fra i tanti possibili.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Solitamente in ricettazione sono presenti aromi su base alcolica. Chi non dichiara l'alcool come trattamento superficiale sfrutta il fatto che sia già presente negli aromi.

Poi esistono prodotti tipo "Everfresh", solo per menzionarne uno, che di fatto vengono catalogati come aromi anche se sono composti quasi totalmente da alcool etilico e vengono utilizzati in fase di confezionamento.
 


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

conservanti, aroma, prodotto forno, livello, muffa, alcolico, etichetta, pane, lavoro, preconfezionato, e280, trattamento, acqua, prodotto, filiera, base, e202, regolamento ce n 1333 2008, additivi, prodotto fermentato, acido, prodotti pasticceria, confezionamento, fermentazione, atmosfera modificata, e200, legislativo, confezione, processo

Discussioni correlate