Obbligo QUID su prosciutto cotto?

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Obbligo QUID su prosciutto cotto?

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Obbligo QUID su prosciutto cotto?, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Prosciutto cotto

Ricetta salamoia:

Cosce 50 kg (ca. 83%)

Acqua 10 kg

Destrosio

Polifosfati

Conservanti

Dopo Cottura

Cosce cotte 54 kg

acqua residua (ca. 7%) da dichiarare come ingrediente

Cosce sul prodotto finito: 50/54 = 93%

Dubbio su Elenco ingredienti..

- Coscia di suino, acqua, destrosio, addensanti polifosfati, conservanti…?

Oppure (su basa ricetta):

- Coscia di suino 83%, acqua, destrosio, addensanti polifosfati, conservanti…?

Oppure (resa sul prodotto finito)

- Coscia di suino 93% nel prodotto finito , acqua, destrosio, addensanti polifosfati, conservanti…?

Grazie,

cordialmente,

trentino


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Obbligo QUID su prosciutto cotto?
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Ho dimenticato il sale!

Prosciutto cotto

Ricetta salamoia:

Cosce 50 kg (ca. 81% sul totale ricetta)

Acqua 10 kg

Sale 1,5 kg

Destrosio

Polifosfati

Conservanti

Dopo Cottura

Cosce cotte 55 kg

acqua residua (ca. 8%) da dichiarare come ingrediente

Cosce sul prodotto finito: 50/55 = ca. 91%

Dubbio su Elenco ingredienti..

- Coscia di suino, acqua, sale, destrosio, addensanti polifosfati, conservanti…?

Oppure (su basa ricetta):

- Coscia di suino 81%, acqua, sale, destrosio, addensanti polifosfati, conservanti…?

Oppure (resa sul prodotto finito)

- Coscia di suino 91% nel prodotto finito , acqua, sale,destrosio, addensanti polifosfati, conservanti…?

Grazie,

cordialmente,

trentino


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

La risposta si trova nell'allegato VIII punti 3 e 4 dell'1169/11:

3. L’indicazione della quantità di un ingrediente o di una categoria di ingredienti:

a) è espressa in percentuale e corrisponde alla quantità dell’ingrediente o degli ingredienti al momento della loro utilizzazione;

4. In deroga al punto 3:

a) per gli alimenti che hanno subito una perdita di umidità in seguito al trattamento termico o di altro tipo, la quantità è indicata in percentuale corrispondente alla quantità dell’ingrediente o degli ingredienti utilizzati, in relazione col prodotto finito, tranne quando tale quantità o la quantità totale di tutti gli ingredienti menzionati sull’etichettatura supera il 100 %, nel qual caso la quantità è indicata in funzione del peso dell’ingrediente o degli ingredienti utilizzati per preparare 100 g di prodotto finito;

Dato che il trattamento termico c'è, direi che ricorre il punto 4.

ciao

alf


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao Alf,

sono d’accordo nell’applicare il punto 4 per prodotti in cui le quantità di fresco risultano superiori alla quantità finita.

Tuttavia qui il problema è un po’ diverso: la quantità di fresco è inferiore alla quantità del finito.

Infatti la coscia in salamoia si arricchisce di acqua, che rimane in più anche dopo cottura.

Una quantità (*) superiore al 5% deve essere dichiarata nell’elenco degli ingredienti (ma non in %).

Quesito: - è sufficiente? - oppure, trasparenza impone di dichiarare (quid) la % (< 95) di coscia fresca rispetto al prodotto finito? % che potrebbe variare parecchio da produttore a produttore per la quantità/qualità di fosfati impiegati. Lo specifico DM 21/09/2005 non dice nulla in proposito. (*) La quantità di acqua aggiunta come ingrediente in un prodotto alimentare è determinata sottraendo dalla quantità totale del prodotto finito la quantità degli altri ingredienti adoperati al momento della loro utilizzazione.

Grazie in anticipo,

e saluti dal

trentino


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

 In effetti hai ragione, anche perché non ho risposto alla tua domanda iniziale.

Dunque.

Il QUID è necessario?

In linea di massima direi di sì, se non altro per consentire al consumatore di raffrontarlo con altri prodotti simili.

Quale % indicare?

La frase dirimente è “perdita di umidità” (e non, come ho frettolosamente concluso, “trattamento termico”), perciò la deroga del comma 4 non ricorre.

A questo punto il calcolo della % va riferito al rapporto tra il peso della coscia di suino (cruda, prima che assorba acqua in cottura) e il peso complessivo degli ingredienti “al momento della loro utilizzazione” (quello che, se capisco bene, tu chiami “base ricetta”): Coscia di suino 81%, acqua, sale, destrosio, addensanti polifosfati, conservanti, …

ciao

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Probabilmente,nell’abbondanza dei miei dettagli ho complicato le cose.

Provo a semplificare.

Nella preparazione del prosciutto cotto l’acqua è ingrediente ammesso.

DM 21/09/2005 - Art. 1- Definizione

1. La denominazione «prosciutto cotto» e' riservata al prodotto di salumeria ottenuto dalla coscia del suino eventualmente sezionata, disossata, sgrassata, privata dei tendini e della cotenna, con impiego di acqua, sale, nitrito di sodio, nitrito di potassio eventualmente in combinazione fra loro o con nitrato di sodio e nitrato di potassio.

D.Lgs. 109/1992 - Art. 5 - Ingredienti

……………….

4. L'acqua aggiunta e gli altri ingredienti volatili sono indicati

nell'elenco in funzione del loro peso nel prodotto finito. L'acqua

aggiunta puo' non essere menzionata ove non superi, in peso, il 5 per

cento del prodotto finito.

5. La quantita' di acqua aggiunta come ingrediente in un prodotto

alimentare e' determinata sottraendo dalla quantita' totale del

prodotto finito la quantita' degli altri ingredienti adoperati al

momento della loro utilizzazione.

A mio parere:

- il prosciutto cotto con 5% d’ acqua aggiunta sarà:

coscia fresca ca. 92%

(sale + altri) ca. 3%

Ingredienti: coscia suina, sale, altri

- il prosciutto cotto con 6% d’ acqua aggiunta sarà:

coscia fresca ca. 91%

sale + altri ca. 3%

Ingredienti: coscia suina 91%, acqua, sale, altri

- il prosciutto cotto con 10% d’ acqua aggiunta sarà:

coscia fresca ca. 87%

sale + altri ca. 3%

Ingredienti: coscia suina 87%, acqua, sale, altri

…e così via

____________________-

Cosa ne pensate?

Grazie e ciao a tutti


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Scusa trentino,

mi ero ripromesso di non aggiungere altro (anche perchè non saprei che dire...), poi sono inciampato in una vecchia circolare MiAP (168/03). Vedi un po' se quadra con le tue ipotesi (Spero di non peggiorare le cose):

2) Prosciutto cotto.
Si tratta di prodotto, costituito da carni, acqua e sostanze tecnologiche.
Nel caso di prodotto con una quantita' d'acqua aggiunta entro il limite del 5% nel prodotto finito, non si procede a quantificazione della carne.
Qualora la quantita' d'acqua aggiunta superi nel prodotto finito il 5%, occorre indicare l'acqua nell'elenco degli ingredienti e quantificare la carne suina, ai sensi dell'art. 8 del decreto n. 109/1992.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao Alf,

direi che c' azzecca proprio!

Grazie!


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

acqua, ingrediente, quantita, prodotto, sale, prosciutto cotto, conservanti, coscia suino, e452, addensanti, fresco, peso, cottura, elenco ingredienti, coscia suina, trattamento termico, salamoia, prodotto alimentare, umidita, carne, decreto legislativo 27 gennaio 1992 n 109, resa, cotto, e252, base, e250, consumatore, e251, alimenti, qualita, carne suino, e249, limite

Discussioni correlate