Nettari di frutta - quali percentuali se mix?

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Nettari di frutta - quali percentuali se mix?

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Nettari di frutta - quali percentuali se mix?, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:
D.Lgs 151/2004
   Allegato 
         DENOMINAZIONE DI VENDITA E DEFINIZIONE DEI PRODOTTI
......
    5. Nettare di frutta:
      e'  il prodotto fermentescibile ma non fermentato, ottenuto con
l'aggiunta  d'acqua e di zuccheri, di miele o di entrambi ai prodotti
definiti  ai punti 1, 2, 3 e 4, alla purea di frutta o ad una miscela
di questi prodotti e che e' conforme a quanto prescritto all'allegato
IV.
                             Art. 4.
            Denominazioni di vendita e altre indicazioni
  2. Si applicano le seguenti particolari disposizioni:
......
    c) il  contenuto  minimo di succo di frutta, di purea di frutta o
della  miscela di tali ingredienti deve rispettare i contenuti minimi
di  frutta  di cui all'allegato IV e deve figurare nell'etichettatura
dei  nettari  di  frutta  con  la dicitura «frutta...% minimo», nello
stesso campo visivo della denominazione di vendita.
.............
5.  Le  denominazioni  di  vendita  indicate  all'allegato  I  sono
riservate   ai   prodotti  definiti  nel  medesimo  allegato  e  sono
utilizzate   nel  commercio  per  designare  i  prodotti  stessi;  in
alternativa,  e  con  i  medesimi  effetti e obblighi, possono essere
utilizzate  le denominazioni di cui all'allegato III, alle condizioni
e nelle lingue ivi indicate.
  6.  Agli  effetti del comma 5, se il prodotto e' fabbricato con una
sola specie di frutto, l'indicazione della specie sostituisce il nome
«frutta»;  se  il prodotto e' fabbricato con due o piu' specie, salvo
quando  viene utilizzato il succo di limone alle condizioni stabilite
dall'articolo   2,   la   denominazione   di  vendita  e'  completata
dall'indicazione  della  frutta  utilizzata, in ordine decrescente di
volume  dei  succhi  o  delle  puree  di frutta; tuttavia nel caso di
prodotti fabbricati con almeno tre frutti, l'indicazione della frutta
utilizzata  puo'  essere  sostituita  dalla  dicitura «piu' specie di
frutta»  o «piu' frutti», da un'indicazione simile o dal numero delle
specie di frutta utilizzate.

CASO

Nettare misto frutta A B C D

Min% frutta prescritto per i nettari singoli:

A 25%

B 50%

C 50%

D 40%

Ovviamente non si può creare un nettare mix che rispetti contemporaneamente tutti i minimi (= 165% !)

Quale deve essere il minimo complessivo (Min 50%, cioè il più elevato)?

Se così, ulteriore problema:

- miscela libera?

oppure

- miscela proporzionale ai singoli minimi?

......

Ho vago ricordo di un qualcosa in merito nel vecchio DPR 489/1982 , DPR che non riesco più a riesumare.

Forse, negli archivi di qualche amico di Taff...

Grazie anticipate.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Nettari di frutta - quali percentuali se mix?
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Ciao trentino, il DPR 489/82.  è stato abrogato (cfr. art. 5) dal DECRETO LEGISLATIVO 21 maggio 2004, n. 151 Attuazione della direttiva 2001/112/CE, concernente i succhi di frutta ed altri prodotti analoghi destinati all'alimentazione umana. (GU n.141 del 18-6-2004 )  ha abrogato (cfr. art. 5ha

In merito alla questione relativa ai mix, ritengo che la % totale sarà semplicemente la media ponderata dell'apporto dei singoli componenti, magari precisando i singoli apporti nell'elenco degli ingredienti.

O mi sfugge qualcosa?

saluti

alf


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao Alfclerici,

ho rievocato il DPR 489/1982 perché mi sembra dicesse qualcosa in merito a tali casi.

In assenza di indicazioni ufficiali, ne farei uso a mo' di traccia ufficiosa.

Per quanto riguarda le quantità dei singoli frutti, mi sembra di capire che sei dell'opinione che va rispettata la proporzione tra  i rispettivi minimi.

E' così?

Approfitto per sottoporti un altro caso:

Nettare di fragola (denominazione di vendita)

Fragola 40% minimo

Ingredienti: succo di fragola 40%, acqua, purea di mela, zucchero.

In pratica viene usata la purea di mela per conferire cremosità al prodotto, ma non la si vuole citare nella ddv perché (dicono) snobilita.

Cosa ne pensi?

Nel ringraziarti per i contributi che elargisci a piene mani a me ed a tutto il Taff,

ti saluto cordialmente.

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Il DPR 489/82 lo puoi trovare in NORMATTIVA (fammi sapere se hai problemi).

Quanto alla purea di mela, in effetti potrebbe dare l'impressione di "inquinare" la fragola.

ciao


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao a tutti,

è finalmente riaffiorata alla memoria la norma che tratta un aspetto di mescolanza di ingredienti con specifici tenori minimi.

DECRETO LEGISLATIVO 20 febbraio 2004 , n. 50

Attuazione  della direttiva 2001/113/CE concernente le confetture, le
gelatine  e  le  marmellate  di  frutta, nonche' la crema di marroni,
destinate all'alimentazione umana.
Art. 2.
Composizione e lavorazione
3.  In  caso di mescolanza, i tenori minimi fissati nell'allegato I
per  le  diverse  specie  di  frutta sono ridotti in proporzione alle
percentuali impiegate.

In silentio legis, la ritengo applicabile ai nettari di più frutti per analogia.

Saluti


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

frutta, miscela, prodotto, fragola, ingrediente, mela, purea frutta, legislativo, acqua, alimentazione, abrogazione, zucchero, succo frutta, fermentato, volume, marmellata, miele, confettura, conforme, quantita, crema marroni, limone, gelatina, elenco ingredienti, composizione

Discussioni correlate