X l'azienda perchè proprio un tecnologo alimentare

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Professione Tecnologo --> X l'azienda perchè proprio un tecnologo alimentare

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo X l'azienda perchè proprio un tecnologo alimentare, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Vi giro una domanda che mi è stata fatta.. Perchè un'azienda dovrebbe scegliere un tecnologo alimentare iscritto all'albo? Che vantaggi avrebbe rispetto alla scelta di un comunissimo laureato in scienze e tecnologie alimentari?

Io sinceramente non saprei cosa rispondere..


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: X l'azienda perchè proprio un tecnologo alimentare
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:
Ciao, buona domanda, tralasciando l'importanza per lo stesso Laureato in Tecnologie Alimentari dei vantaggi cui l'iscrizione all'albo comporta non solo per il fatto di potersi fregare del titolo di Tecnologo Alimentare, ma anche del fatto della tutela a livello legislativo, sindacale... che l'appartenenza ad un ordine garantisce o perlomeno dovrebbe garantire.
Dal punto di vista Aziendale per l'azienda il poter "affermare" di avere un Tecnologo Alimentare al posto di un laureato in Tecnologie Alimentari che non essendo iscritto all'ordine non può vantare del suddetto.
Inoltre dal punto di vista pratico un Tecnologo iscritto all'albo può non soltanto offrie consulenza, ma anche firmare quello che scrive.
E' una sorta di garanzia sia per il datore di lavoro che per laureato stesso.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Quoto marco896 e aggiungo che un tecnologo iscritto all'albo deve sottostare a precise regole indicate nel codice deontologico (esempio il segreto professionale) e nel regolamento dell'Ordine e questo aspetto è oggi importantissimo.

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Però date per scontato che l'azienda sappia cosa significa "tecnologo alimentare". E secondo me il problema è proprio questo. Come fanno le aziende a volersi fregiare (come dici tu Marco) di avere alle loro dipendeze un tecnologo alimentare, se non sanno nemmeno della sua esistenza?


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Hai ragione Food96, però a quel punto non spetta all'azienda, ma all'Ordine dei Tecnologi Alimentari di pubblicizzare di più la figura del tecnologo, di promuoverla e essere più forti con gli altri ordini, facendosi valere con iniziative mirate ecc...
Però per fare ciò si dovrebbe essere più numerosi; i neolaureati dovrebbero affrontare l'Esame di Stato e sicriversi all'Ordine dei Tecnologi Alimentari.
E' un circolo vizioso, dalle mie parti si dice il cane che si morde la coda!
Questo forum potrebbe e dovrebbe essere uno strumento per diffondere e fare consocere la figura del Tecnologo Alimentare, nonchbè punto di incontro e di confronto tra colleghi e addetti ai lavori nel campo del food.
Ognuno nel suo piccolo può fare la sua parte, ad esempio postando e partecipando alle discussioni sul forum più assiduamente di quello che già fate e invitare conscenti,amici e colleghi ad iscirversi.
Facciamo diventare tutti insieme questo Forum un punto di incrontro  referente per i Tecnologi.
Scusate, sembra un po' volersi fare pubblicità da soli, ma anche questo secondo il mio modesto parere può essere un tramite tra i vari "Tecnologi o Angeli della Buona tavola" come ho letto s un  articolo una volta.
Spero di non essere uscito troppo dal seminato della discussione e di avervi fatto capire il nesso tra gli argomenti.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Però date per scontato che l azienda sappia cosa significa tecnologo alimentare . E secondo me il problema è proprio questo. Come fanno le aziende a volersi fregiare (come dici tu Marco) di avere alle loro dipendeze un tecnologo alimentare, se non sanno nemmeno della sua esistenza?

Le cose stanno cambiando.. lentamente... ma stanno cambiando.. Un tempo se parlavi di tecnologo alimentare la gente comune non capiva, mentre oggi l'associano subito con una figura che lavora all'interno di un'industria alimentare. E' già un passo avanti. ;)

L'unico problema è che ci sono ancora troppe persone che vengono chiamate tecnologo alimentare pur non essendolo (vedi ad esempio quei vecchi "praticoni" che operano empiricamente nelle aziende.. soprattutto medio-piccole)


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Concordo pienamente con andrea08 - finchè le persone si lamentano, ma non si iscrivono, l'ordine rimmarrà sempre poco numeroso e con poche energie da spendere..più siamo convinti della professione, più siamo in tanti, più sarà facile sfondare nel mondo del lavoro e fare sentire la nostra voce.

occorre anche però cominciare a fermare i "falsi" tecnologi alimentari, cioè richiamare coloro che non sono iscritti e si spacciano con questo nome...

 

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Sono d'accordo con mycotoxin, ma fino a che ne parliamo solamente nel forum e nessuno fa nulla per fermarli la situazione non cambierà. Penso che dovremmo iniziare a raccogliere del materiale (più cose possibli) e mandare tutto all'ordine, chiedendo formalmente di intervenire. Voi cosa ne pensate?


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

tecnologo alimentare, laurea, lavoro, albo professionale, ordine tecnologi alimentari, professionale, laurea scienze tecnologie alimentari, livello, industria alimentare, tecnologie alimentari, energia, legislativo, codice deontologico, tecnologi alimentari iscritti albo, iscrizione albo, consulenza, esame stato, professione

Discussioni correlate