Allergeni: art. 21 del Reg 1169/2011

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Allergeni: art. 21 del Reg 1169/2011

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Allergeni: art. 21 del Reg 1169/2011, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Buongiorno,

mi scuso subito se vi faccio domande ancora sul nuovo regolamento per l'etichettatura. Per questioni logistiche non riuscirò ad assistere all'incontro di Alessandria, nemmeno in streaming, spero mi possiate essere di aiuto perchè stiamo sviluppando etichette nuove e vorremmo che fossero già in linea con il nuovo regolamento (costa un sacco modificare i clichè delle etichette!)

Per quanto riguarda la presenza di allergeni c'è un dubbio che mi assale: se un prodotto alimentare è costituito da due ingredienti allergenici della stessa natura (ad es :il latte e latte concentrato)  nell'etichettatura si deve scrivere così: latte (LATTOSIO), latte concentrato (LATTOSIO)? oppure latte, latte concentrato (LATTOSIO)? Cioè l'allergene deve essere menzionato dopo ogni ingrediente che lo contiene, anche se la natura dell'ingrediente è la stessa, o basta metterlo alla fine dei due ingredienti??

Il dubbio mi è venuto leggendo questo capoverso dell'art 21 "quando più ingredienti o coadiuvanti tecnologici di un alimento provengono da un’unica sostanza o da un unico prodotto figurante nell’elenco dell’allegato II, ciò è precisato nell’etichettatura per ciascun ingrediente o coadiuvante tecnologico in questione."

Ringrazio in anticipo
 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Allergeni: art. 21 del Reg 1169/2011
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:
Alcune osservazioni:

- l'indicazione dell'allergene va fatta riferendosi "alla denominazione della sostanza o del prodotto figurante nell’elenco dell’allegato II" che, in questo caso, è LATTE e non LATTOSIO
- seguendo il tuo esempio, dato che il termine LATTE compare in entrambi gli ingredienti, direi che è senz'altro superfluo scrivere: latte (LATTE), latte concentrato (LATTE), anche in forza del comma che recita " Nei casi in cui la denominazione dell’alimento fa chiaramente riferimento alla sostanza o al prodotto in questione, le indicazioni di cui all’articolo 9, paragrafo 1, lettera c), non sono richieste. "
- peraltro, da ricordare che le parole LATTE andranno evidenziate "attraverso un tipo di carattere chiaramente distinto dagli altri ingredienti elencati, per esempio per dimensioni, stile o colore di sfondo".

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Nel caso di elenco con più ingredienti di comune origine, come per esempio: “…tuorlo d’uovo, albume d’uovo, emulsionante lecitina d’uovo…, l’origine uovo va indicata ed evidenziata ripetutamente.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Rettifico:

Nel caso di elenco con più ingredienti di comune origine, come per esempio: “…tuorlo d’uovo, albume d’uovo, emulsionante lecitina d’uovo…, la comune origine  va indicata ed evidenziata ripetutamente.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Grazie per le risposte, sono state molto utili

E nel caso dell'anidride solforosa? Un prodotto con diversi tipi di mosto d'uva come devo indicare gli allergeni (anidride solforosa)?:

ad esempio: un prodotto costituito da mosto da uve rosse, mosto da uve bianche, mosto d'uva concentrato. Come devo indicare l'anidride solforosa ( presente in tutti e tre gli ingredienti) ? mosto da uve rosse (ANDRIDE SOLFOROSA), mosto da uve bianche (ANDRIDE SOLFOROSA), mosto d'uva concentrato (ANDRIDE SOLFOROSA)? Oppure così:mosto da uve rosse, mosto da uve bianche, mosto d'uva concentrato (ANDRIDE SOLFOROSA)?

Di nuovo grazie


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Dipende dalla sequenza degli ingredienti nell'elenco. Se i tipi di mosto hanno posizioni diverse, devi ripetere lindicazione dell'SO2. Se, al contrario, puoi raggrupparli, es.:

...mosto d'uva (rosso...%, bianco...%,  concentrato ...%, ANIDRIDE SOLFOROSA).

(Naturalmente l'indicazione dlla quantità è necessaria solo se l'ingrediente è evidenziato)

Inoltre, ma è un'opinione del tutto personale e dipende dal tipo di prodotto, perchè non dichiarare "mosto d'uva" punto e basta, senza differenziare le tipologie? Vedi tu.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

latte, ingrediente, mosto, uva, uova, prodotto, lattosio, anidride solforosa, emulsionante, albume, coadiuvante tecnologico, etichetta, tuorlo, alimenti, e322, quantita, prodotto alimentare

Discussioni correlate