Cera su un formaggio: considerabile preimballo

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Cera su un formaggio: considerabile preimballo

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Cera su un formaggio: considerabile preimballo, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

buongiorno a tutti,

mi hanno proposto un formaggio ricoperto di cera da manipolare tal quale. in questo caso è possibile considerare la cera come preimballo? non ho trovato molti riferimenti in merito anche alla sua "affidabilità" come MOCA.

il fornitore mi dice non necessitare di etichettatura particolare, neanche in merito al TMC ed essendo soggetto a calo peso di indicazione sul pezo reale (mi garantisce che bene o male i pezzi forniti siano superiori a tot grammi)...


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Cera su un formaggio: considerabile preimballo
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Innanzitutto, chiedere la scheda tecnica della cera.

Valutata la sua conformità, secondo me il prodotto è un "preimballato", con tutti gli obblighi di etichettatura di cui al RegUE 1169/2011 ed anche:

LEGGE 19 febbraio 1992 , n. 142
Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunita' europee (legge comunitaria per il 1991).
Art. 53. (Formaggi)
1. Non e' prescritto un contenuto minimo di materia grassa per i formaggi diversi da quelli a denominazione d'origine ed a
denominazione tipica di cui alla legge 10 aprile 1954, n. 125, che restano regolati dalle disposizioni emanate ai sensi di tale legge.
2. L'etichettatura dei formaggi per i quali non e' previsto un contenuto minimo di materia grassa - qualora detto contenuto,
riferito alla sostanza secca, sia inferiore al 20 per cento o compreso tra il 20 ed il 35 per cento - deve indicare una
informazione per il consumatore circa la quantita' di materia grassa e la conseguente qualita' "magra" o "leggera" del formaggio.

Per quanto riguarda la "quantità", va indicata quella minima "garantita edibile" (non ci sono limiti per eventuali quantità in eccesso).

Aggiungerei l'informazione: "rivestimento non edibile" o simile.

 


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

formaggio, legge, cera, quantita, preimballo, conforme, qualita, calo peso, consumatore, fornitore, prodotto, limite, scheda tecnica, tmc

Discussioni correlate