Registrazioni quantitą nominale e metrologia legale

TAFF: Talkin“about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Registrazioni quantitą nominale e metrologia legale --> M8593

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Registrazioni quantitą nominale e metrologia legale. Se desideri partecipare alla discussione č necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Registrazioni quantitą nominale e metrologia legale

Utilizzo questa vecchia discussione per togliermi, se possibile un dubbio:

Nel caso in cui un'azienda molto piccola, non dotata di selezionatrice ponderale che debba effettuare il controllo statistico secondo la normativa vigente se ho ben compreso si determina questa situazione (prendo come esempio il più semplice, una produzione di 500 pz per la quale è quindi previsto un campionamento doppio di 30 confezioni per campione).

L'azienda, al termine dell'attività produttiva sceglie a caso le due unità campionarie di 30 confezioni ciascuna e procede al "Controllo del contenuto effettivo dei singoli elementi di un lotto di imballaggi preconfezionati" delle prime 30 confezioni al fine di verificare che il numero di campioni difettosi (confezioni con peso inferiore alla quantità minima tollerata secondo quanto previsto dall'allegato I della Legge 690/78) sia inferiore al criterio di accettazione. Supponiamo che questo controllo abbia esito conforme e che quindi si possa procedere al "Controllo della media dei contenuti effettivi dei singoli elementi di un lotto di imballaggi preconfezionati" utilizzando le 30 misurazioni effettuate in precedenza.
Supponiamo che anche questo controllo abbia esito positivo. Significa che con 30 misurazioni ho determinato la conformità di 500 confezioni. Questo se ho correttamente compreso la legge. Ora la mia perplessità: esiste certamente la probabilità che tra le 470 confezioni che non sono state sottoposte a controllo ci possa essere una confezione il cui peso è inferiore alla quantità minima tollerata. Nel caso in cui questa (o queste) confezione esista e venga contestata dall'autorità competente, il fatto di poter dimostrare di aver svolto il controllo statistico del lotto secondo quanto previsto dalla Legge è una difesa sufficiente per l'azienda o la stessa verrebbe comunque sanzionata? E in questo caso, come può un'azienda difendersi senza dover necessariamente procedere alla registrazione del peso del 100% delle confezioni prodotte?

Ricordo che parlo dell'esempio di un'azienda piccola le cui produzioni non giustificano la spesa di una selezionatrice ponderale...

Spero di essermi spiegato in modo esauriente, grazie a chi mi saprà rispondere...



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

confezione, controllo, legge, peso, preconfezionato, conforme, campione, quantita, selezionatrice ponderale, imballaggi, campionamento, verifica, registrazione

Discussioni correlate (versione beta)









IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilitą sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.