Riferimenti Normativi Prodotto Soggetto a Calo Peso Naturale

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Riferimenti Normativi Prodotto Soggetto a Calo Peso Naturale

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Riferimenti Normativi Prodotto Soggetto a Calo Peso Naturale, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Buongiorno,

non sono riuscito a trovare Riferimenti Normativi relativi alla Dicitura "Prodotto Soggetto a Calo Peso Naturale".

Avreste suggerimenti?

Grazie!


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Riferimenti Normativi Prodotto Soggetto a Calo Peso Naturale
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Ciao, la dicitura "prodotto soggetto a calo peso naturale" non è regolamentata da alcuna normativa specifica per i prodotti alimentari in Italia. Tuttavia, la normativa generale sulla "vendita di prodotti a peso variabile" prevede che, questi ulitmi, siano forniti a peso netto. Ovvero il peso effettivo del prodotto al momento della vendita, al netto di qualsiasi perdita di peso naturale durante la lavorazione e/o conservazione.

Tuttavia,la dicitura "prodotto soggetto a calo peso naturale", viene spesso utilizzata, da alcuni produttori ,per indicare la naturale perdita di peso del prodotto durante il processo di lavorazione o conservazione. La presenza o l'assenza di questa dicitura non dovrebbe però influire sulla quantità effettiva del prodotto venduto, che è sempre garantita al netto!

In sintesi, è importante che ci sia una corrispondenza tra il peso netto dichiarato sulla confezione e il peso effettivo del prodotto al momento della vendita, al netto di qualsiasi perdita di peso naturale durante la lavorazione e/o conservazione.

Mi piacerebbe un confronto riguardo il riportare tale dicitura...

Saluti
by marco896


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

ciao marco

bell'argomento... stamattina mi ha chiamato un cliente che si è lamentato perché il salmone affumicato in placchetta/busta non è a peso. Ma il prodotto tende naturalmente a perdere un po' d'acqua e grasso che rimane o addirittura viene assorbito dalla placchetta.... pertanto il peso è inferiore.

che ne pensi? mettere la dicitura "soggetto a calo peso" su un prodotto chiuso sottovuoto secondo te è logicamente corretta?


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao macgala,

Scusa se ti rispondo un po' frettolosmanete...

Mi ripropongo di tornare sulla questione in quanto, l'argomento è molto interessante. Sarò, ben lieto, per ulteriori confronti.

L'argomentazionedel, calo di peso nel salmone affumicato è complessa. Secondo me, può essere affrontata da diversi punti di vista. Per quanto riguarda quello, diciamo piùgiuridico è ,importante ricordare che, la dicitura: "prodotto soggetto a calo di peso" espone l'OSA (Operatore del Settore Alimentare) al rischio di frode in commercio (art. 515 c.p.). Ciò, è dovuto al fatto che, il prodotto, è venduto "a peso" e, non "al pezzo". Quindi, sarà necessario, garantire la quantità minima riportata in 'etichetta. Come, peraltro, già ribadito nel mio post precedente.

Tuttavia, ci sono anche altri aspetti/fattori, a mio parere, da considerare. Come, ad esempio: la tecnologia di lavorazione del salmone affumicato, le condizioni di conservazione del prodotto ecc. Solo, attraverso, una valutazione completa e, multidisciplinare, di tutti (o , di buona parte) questi fattori è possibile affrontare, in modo adeguato, la problematica.

A tale proposito, ti consiglio di consultare la seguente pubblicazione proprio, inerente a questa tematica, sul salmone affumicato, risalente a Dicembre 2022 (disponiile al link in evidenza):

Kitts, D.D., Pratap-Singh, A., Singh, A., Chen, X., & Wang, S. (2022). A Risk–Benefit Analysis of First Nation’s Traditional Smoked Fish Processing. Foods, 12(1), 111.https://doi.org/10.3390/foods12010111.

alcuni estratti, da me tradotti,

Il testo riporta che:

"...il processo di affumicatura richiede un tempo sufficiente per consentire al calore di penetrare nei muscoli del pesce, causando la perdita di acqua e la sostituzione dell'umidità con sostanze organiche volatili derivate dal legno usato per la combustione. La durata dell'affumicatura influisce sul processo di essiccazione e sul contenuto di umidità del prodotto..."

Inoltre, "...l'uso del sale come fase pre-applicazione e l'assorbimento simultaneo e la ritenzione di sostanze volatili di fumo, possono produrre un prodotto essiccato a bassa umidità e con una bassa attività dell'acqua, preservando la qualità (ad esempio, colore, consistenza)..."

Infine, "..i prodotti ittici affumicati e refrigerati sono generalmente stabili per 21-35 giorni, a seconda della categoria di affumicatura applicata..."

ti rimando, però, alla lettura completa, del testooriginale, in lingua inglese per, avere, una comprensione completa

Saluti
by marco896

parole chiave: calo di peso, salmone affumicato, frode in commercio, tecnologia di lavorazione, condizioni di conservazione, valutazione completa, pubblicazione scientifica, essiccazione, perdita di umidità, conservazione.Quali sono le possibili cause del calo di peso nel salmone affumicato? Come evitare il rischio di frode in commercio nel caso di prodotti soggetti a calo di peso? Quali sono gli aspetti tecnologici e di conservazione del salmone affumicato che possono influenzare il calo di peso? Come valutare in modo adeguato il problema del calo di peso nel salmone affumicato? Quali sono le informazioni scientifiche più affidabili sul salmone affumicato e il calo di peso? Come funziona il processo di essiccazione del salmone affumicato? Quali sono le modalità di conservazione consigliate per il salmone affumicato e per quanto tempo è stabile? Quali sono i fattori che influenzano la qualità del salmone affumicato oltre al peso? Cosa dice la pubblicazione scientifica citata sulla lavorazione tradizionale del salmone affumicato?


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

prodotto, peso, affumicato, calo peso, conservazione, umidita, processo, acqua, frode, rischio, essiccamento, qualita, quantita, peso netto, riferimenti normativi, operatore settore alimentare, calore, grassi, produzione, assorbimento, etichetta, consistenza, ritenzione, confezione, modalita conservazione, sostituzioni, prodotto alimentare, prodotti ittici, sale

Discussioni correlate