Individuazione CCP: Temperatura di Stoccaggio MP e PF

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Qualità e Sicurezza Alimenti --> Individuazione CCP: Temperatura di Stoccaggio MP e PF

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Individuazione CCP: Temperatura di Stoccaggio MP e PF, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Buonasera,

desidererei condividere con voi un dubbio. Nello specifico, il caso di un'azienda che effettui:

  • produzione di prodotti ittici congelati e surgelati (arrivo delle Materie Prime surgelate/congelate, taglio, confezionamento, stoccaggio e spedizione)
  • commercializzazione di prodotti alimentari congelati e surgelati (arrivo Prodotto Finito surgelato/congelato, stoccaggio e spedizione)

A vostro avviso quali sono i Critical Control Points (CCPs) da considerare?

Io ho inserito il Metal Detector, ma ho un dubbio relativamente alla Temperatura di Stoccaggio delle Materie Prime (MP) e del Prodotto Finito (PF). Da sempre questa azienda ha considerato la Temperatura di Stoccaggio non come CCP, passando indenne numerosi controlli da parte del Servizio Veterinario, della Grande Distribuzione Organizzata (GDO), etc. pertanto mi pongo il dubbio se inserirla o meno come CCP.

A vostro avviso devo per forza considerare la Temperatura di Stoccaggio come CCP?

Grazie!

 

**** Dichiarazione soggetta ad Editing da parte dello Staff ****

Motivazioni: / Suggerimenti: / Provvedimenti

Entro alcune settimane (tempo stimato necessario per la presa visione e la corretta assimilazione) le presenti note potrebbero essere rimosse.

In caso di richieste di chiarimento, segnalazioni, suggerimenti e/o critiche (purché costruttive) l'utente è invitato a contattare privatamente lo Staff (attraverso la sezione contatti).

Ringraziamo anticipatamente per la comprensione/collaborazione.

Lo Staff di Talkin'about Food Forum

 

**** Versione Pre-editing ****

Argomento (i.e. Topic) in cui è stata aperta la Discussione: Qualità e Sicurezza Alimenti

Oggetto della Discussione: Produzione e commercializzazione prodotti (TEMP CCP?)

Testo: 

Buonasera,

vi voglio sottoporre un quesito:

siano nel caso di una azienda che fa

- produzione di prodotti ittici congelati e surgelati (arrivo MP surgelate/congelate, taglio, confezionamento, stoccaggio, spedizione)

- commercializzazione di prodotti alimentari congelati e surgelati (arrivo prodotto finito surgelato/congelato, stoccaggio, spedizione)

a vs avviso quali CCP sono da considerare?

ho inserito il metal ma ho un dubbio sulla temperatura di stoccaggio delle MP e del PF. Da sempre questa azienda ha considerato la temp di stoccaggio NON come un CCP, passando indenne numerosi controlli di veterinari, GDO, ecc, e quindi mi pongo il dubbio se inserirla o meno come CCP.

a vs avviso devo per forza considerare la temp di stoccaggio un ccp??

grazie


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Individuazione CCP: Temperatura di Stoccaggio MP e PF
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Rimango allibito!

Penso che la temperatura di stoccaggio sia CCP in tutte le attività come questa. Mi domando davvero come il servizio veterinario non abbia segnalato mai questa carenza...

Mi domando anche a questo punto quali siano i CCP in questa azienda (che per legge deve essere registrata ai sensi del Reg. 853, giusto per ricordarlo...)


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

ed infatti la registrazione in continuo della temp delle celle viene svolta.

il dubbio nasce poroprio sull'inquadrare o meno la temp di stoccaggio come CCP.

O meglio dalla seguente considerazione: è plasubile NON considerare lo stoccaggio come CCP a patto di attuare tutte le misure preventive previste, PRP ecc?


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Non è plausibile. Segui l'albero delle decisioni e capirai perché.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Buongiorno,

colgo l'occasione per partecipare e confermare quanto detto dal collega Macgala. Per i prodotti ittici surgelati / congelati il CCP principale è proprio la temperatura di stoccaggio, trasporto e vendita del prodotto che deve essere mantenuta almeno a -18 °C, o inferiore, in tutti i punti del prodotto. Abusi termici a partire da temperature superiori a -10 °C possono già determinare lo sviluppo (seppure molto rallentato) di microrganismi alterativi, che nonostante non siano di per se patogeni, la loro attività può comunque compromettere in modo indiretto la salubrità del prodotto, oltre che la sua qualità.

Quindi si, l'azienda deve considerarlo un CCP, anche perchè difatti lo sta già facendo (dato che la registrazione delle temperature viene effettuata di continuo).
 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

bene!!!

grazie a tutti!


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

critical control point, temperatura stoccaggio, stoccaggio, surgelati, congelato, prodotto, veterinario, prodotti ittici, confezionamento, registrazione, gdo, prodotto alimentare, talkin about food forum, controllo, materia prima, qualita, temperatura, metal detector, scienze tecnologie alimentari, legge, microrganismo, sicurezza prodotti alimentari, regolamento ce n 853 2004, grande distribuzione organizzata

Discussioni correlate