Elenco allergeni in etichetta

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Elenco allergeni in etichetta

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Elenco allergeni in etichetta, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Buongiorno a tutti,

scrivo in quanto preso da un dubbio. Acquisto una materia prima da un fornitore nella cui lista degli allergeni non vi è la presenza di alcun allergene, mentre vi sono diversi allergeni elencati sotto la voce "presenti nel sito produttivo". E' lecito che nella dichiarazione allergeni relativa al prodotto da me realizzato (nella cui formulazione vi è l'ingrediente di cui sopra) non vengano riportati tutti gli allergeni che il mio fornitore possiede nello stabilimento di produzione?

Mi sorge il dubbio in quanto non mi sembra che il Reg CE 1169/2011 si esprime riguardo le diciture "può contenere tracce di" o "prodotto in un stabilimento dove si utilizzano/vi è la presenza di".

Ringrazio in anticipo coloro che risponderanno!!

Giuseppe

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Elenco allergeni in etichetta
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Nel tuo prodotto devono figurare gli allergene presenti e possibilemente presenti.

Unica dicitura ammessa: "può contere...

Se nei tuoi ingredienti può esserci un allergene, anche nel tuo prodotto finito può esserci.

Comunque capisco il tuo dubbio perchè se per esempio compri una farina che continene glutine e può contenere lattosio perché nello stabilimento fanno la crema mentre tu compri la farina per fare solo il pane, perché dovresti scrivere "può contenere lattosio"? Dovresti parlare con il fornitore sulla gestione degli allergeni da cross-contamination. Se ti garantisce, per scritto che il prodotto che ti vende non contiene lattosio allora ok. Sennò ti assumi tu la responsabilità


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Non sei tu che devi avanzare ipotesi sulle eventuali contaminazioni, ma è il tuo fornitore che non deve nascondersi dietro queste dichiarazioni ambigue, bensì accertarsi, ed eventualmente comunicarti, se questi allergeni "possono" essere presenti, in tracce (in attesa che l'UE chiarisca questa faccenda).

Da evitare le frasi tipo "prodotto in uno stabilimento che..."


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Buonasera @macgala, innanzitutto ti ringrazio per la risposta. Il problema è che nella 1169 non è contemplata da nessuna parte la dicitura "può contenere" piuttosto che "prodotto in uno stabilimento dove si utilizza..". Questo disorienta sia l'utilizzatore intermedio che il consumatore finale. Purtroppo penso che queste diciture ad altro non servano che a far lavare la coscienza a qualche produttore. Ci vorrebbero come previste dall'FDA delle procedure di gestione degli allergeni che farebbero sì che il produttore debba in qualche modo escludere la presenza di cross contamination da allergeni.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Nel 1169 è scritto che vanno evitate informazioni fuorvianti quindi l'unica accettabile sembrerebbe "può contenere ...."

senza diciture tipo "tracce di..." "prodotto in uno stabilimento che...".

Le procedure da applicare in azienda effettivamente non sono così stringenti lasciando al produttore la possibilità di indicarli tutti nelle contaminazioni crociate, rinunciando paradossalmente a tutti i consumatori allergici. Secondo me non è sbagliato nemmeno questo approccio, sicuramente procedure più precise possono aprire a fasce di mercato più ampie e visto che tanto si ragiona spesso solo di soldi si potrebbero convincere gli imprenditori così! :-)

Concludo dicendo che però io non vedo grossi problemi: se li indichi in etichetta per me va bene tutto.

Se da utilizzatore come nel tuo caso ti chiedo una migliore gestione perché mi metti in difficoltà con tutti questi allergeni probabili allora mi puoi rispondere si o no. Altrimenti li compro da un altro! no?


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

prodotto, fornitore, contaminazione crociata, lattosio, consumatore, ingrediente, farina, etichetta, pane, glutine, crema, materia prima, fda, sicuramente

Discussioni correlate