QUID: come distinguere i casi alla lettera C dell'Art. 22?

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> QUID: come distinguere i casi alla lettera C dell'Art. 22?

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo QUID: come distinguere i casi alla lettera C dell'Art. 22?, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Salve a tutti,

desidero condividere con voi un ulteriore dubbio:

per quanto riguarda il Quid degli ingredienti, ho difficoltà a distinguere il caso "c" riportato all'Art. 22 - Indicazione quantitativa degli ingredienti del Reg. (UE) n°1169/2011, ovverosia quei prodotti che sono caratterizzati da un ingrediente che li rende distinguibili da altri simili.

Cito testualmente:

...omissis...

c) è essenziale per caratterizzare un alimento e distinguerlo dai prodotti con i quali potrebbe essere confuso a causa della sua denominazione o del suo aspetto.

...omissis...

La Letteratura in materia, riporta come esempio il caso dei biscotti Savoiardi, come rinomatamente biscotti all'uovo (a parte il fatto che io non sapevo che tali fossero considerati), per i quali va quindi indicata la percentuale (%) di uova inserite in ricetta.

A questo punto mi domando: stessa cosa per esempio vale per i Ricciarelli? Essendo biscotti alle Mandorle, va inserita la percentuale (%) di quest'ultime? Oppure si considerano a base di una pasta di mandorle-albume-zucchero?

Chiedo proprio aiuto perchè non riesco a capire...

Ringrazio in anticipo chiunque interverrà.

 

** Dichiarazione soggetta ad Editing da parte dello Staff ****

Motivazioni: / Suggerimenti: / ProvvedimentiEditing Dichiarazioni degli utenti da parte dello Staff.

Entro alcune settimane (tempo stimato necessario per la presa visione e la corretta assimilazione) le presenti note potrebbero essere rimosse.

In caso di richieste di chiarimento, segnalazioni, suggerimenti e/o critiche (purché costruttive) l'utente è invitato a contattare privatamente lo Staff (attraverso la sezione contatti).

Ringraziamo anticipatamente per la comprensione/collaborazione.

Lo Staff di Talkin'about Food Forum

 

**** Versione Pre-editing ****

Argomento (i.e. Topic) in cui è stata aperta la Discussione: Qualità e Sicurezza Alimenti

Oggetto della Discussione: QUID: come distinguere i casi alla lettera C dell'art. 22?

Testo: 

Salve, propongo un altro quesito.

Per quanto riguarda il QUID degli ingredienti, ho difficoltà a distinguere il caso "C" indicato all'art. 22 del 1169 ovvero quei prodotti che, essendo caratterizzati da un ingrediente che li rende distinguibili da altri simili. La letteratura riporta come esempio il caso dei biscotti Savoiardi, come rinomatamente biscotti all'uovo (a parte il fatto che io non sapevo che tali fossero considerati), per i quali va quindi indicata la % di uova inserite in ricetta. Allora mi domando, stessa cosa per esempio vale per i ricciarelli? Sono dei biscotti alle mandorle per cui va inserita la loro percentuale? Oppure si considerano a base di una pasta di mandorle-albume-zucchero?

Chiedo proprio aiuto perchè non riesco a capire...


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: QUID: come distinguere i casi alla lettera C dell'Art. 22?
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Secondo me sono due casi distinti. Il savoiardo (come il panettone, colomba ed altri) è un prodotto discplinato e contiene obbligatoriamente uovo > 26%.

Il ricciarello (oltre a quello "di Siena" IGP che è appunto disciplinato) è un prodotto dolciario a base di pasta di mandorle e non può essere confuso con altri dolci che non hanno pasta di mandorle.

 


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

biscotti, mandorla, uova, ingrediente, pasta, base, zucchero, albume, prodotto, qualita, alimenti, igp, sicurezza prodotti alimentari, talkin about food forum

Discussioni correlate