Vendita lievito madre fresco

TAFF: TalkinŽabout Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Vendita lievito madre fresco --> M5611

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Vendita lievito madre fresco. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Vendita lievito madre fresco

Buon giorno,

complimenti per questa iniziativa, il sito Taff, è veramente molto bello e ben fatto. Ci sono numerose informazioni utili.

Vi scrivo per chiederVi un parere: ho un negozio di farine e vorrei vendere del lievito madre fresco, per la vendita utilizzerei una granitiera con controllo della temperatura +2°C costante. La vendita avverrebbe in contentitori sterili, etichettati a norma di legge (con luogo di confezionamento, allergeni, TMC, denominazione del prodotto,...).

In pratica il cliente verrebbe in negozio e noi gli spilleremmo la pasta madre, chiudendola nel contenitore su cui applicheremmo l'etichetta con il sigillo e consegnandola al cliente.

La gestione della stessa avverrebbe monitorando la temperatura e il pH giornalmente (e annotandolo su un registro) e aggiungendo farina / acqua con cadenza settimanale (rinfresco), affinchè si mantenga la vitalità dei lieviti e batteri.

Secondo voi è fattibile? La procedura adottata di gestione ritenete possa andare bene?

In etichetta inseriremo anche questa avvertenza: "non consumare tal quale", in modo che non vi sia un accidentale consumo della stessa, senza previa cottura. Diversamente, ci fosse un'accidentale contaminazione con specie patogene, il consumatore non correrebbe alcun rischio (sebbene sia un'ipotesi molto remota, considerando il pH 4 della pasta madre).

Vi ringrazio e Vi auguro buona giornata,

Aldo



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

ph, farina, pasta, lievito, etichetta, temperatura, fresco, confezionamento, consumatore, sterile, cottura, controllo, tmc, acqua, legge, contaminazione, prodotto, microrganismi

Discussioni correlate (versione beta)








IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.