Sede stabilimento packaging doppio

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Sede stabilimento packaging doppio

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Sede stabilimento packaging doppio, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Ciao a tutti,

spero possiate aiutarmi a dirimere un dubbio che riguarda l'indicazione in etichetta della sede dello stabilimento per prodotti con doppio packaging. Mi spiego meglio.

L'azienda A confeziona del riso in buste trasparenti sottovuoto, queste buste vengono poi inviate all'azienda B che provvede a inserire le buste all'interno della scatola finale che diventerà l'unità di vendita. La classica confezione di riso composta da scatola di cartone più busta di riso sottovuoto all'interno. 

Il confezionatore che deve comparire in etichetta con la propria sede chi è? 

Grazie in anticipo per la collaborazione.

Saluti

Marco


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Sede stabilimento packaging doppio
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Scusa se rispondo ad una domanda con un'altra domanda ma perché devi indicare il confezionatore in etichetta?

Chi è il produttore? anzi meglio, chi è responsabile dell'immissione sul mercato del prodotto finito?

In linea generale però darei la priorità a chi imbusta il riso perché c'è anche una manipolazione dell'alimento.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Se la domanda verte sul dichiarare in etichetta il confezionatore, la norma di riferimento dovrebbe essere il Reg. 1169/2011.
Quindi, come direbbe la logica prima le definizioni, poi le regole. A volte per fare confusione si fa il contrario ma si tratta di sottigliezze.
Supponiamo quindi di avere il produttore X, il confezionatore Y e il distributore a suo marchio Z.
All'art. 8, lettera h del Regolamento summenzionato si indica il responsabile dell'etichettatura, mentre nelle menzioni obbligatorie si richiede:
“il nome o la ragione sociale e l’indirizzo dell’operatore del settore alimentare di cui all’articolo 8, paragrafo 1”
Quindi chi è l'OSA, che sarebbe la traduzione dall'inglese di FBO (traduzione al solito pessima).
Se è Z a vendere il prodotto né X né Y debbono comparire in etichetta, all'infuori dell'Italia dove vige l'obbligo, retaggio dell'art.8 della L 283/1962 della sede dello stabilimento di produzione e confezionamento o di solo confezionamento.
Se X vende il suo prodotto, anche se confezionato da Y per conto terzi (ossia per X) compare solo il nome di X; se invece Y confeziona un prodotto a suo nome, in Europa compare solo il suo nome, in Italia anche quello di X (la cosa potrebbe non essere vera ma è talmente complicata da non soffermarci sui distinguo).
Non pretendendo di essere nuovo, nei particolari, perciò non indico le fonti, poiché m'è indifferente se già altri, prima di me, abbiano pensato ciò che io ho pensato.
L'esperto è una persona che ha fatto in un campo molto ristretto tutti gli errori possibili
.
Parola dell'INesperto.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Grazie a tutti per le risposte. Ma credo che io non abbia correttamente esposto il quesito. 

La sede dello stabilimento di confezionamento deve essere indicata in virtù del DLG 145/2017 (Disciplina dell'indicazione obbligatoria nell'etichetta della sede e dell'indirizzo dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento), ma non riesco a capire chi possa rientrare nella definizione di confezionamento, se l'azienda che imbusta nelle buste sottovuote( buste neutre senza etichette) oppure se l'azienda che inscatola le singole buste sottovuoto all'interno della scatola che riporta tutte le indicazioni di legge. Il responsabile ai sensi del Reg. 1169/2011 è quest'ultima azienda che "inscatola" che quindi già compare in etichetta con la propria ragione sociale ed indirizzo.

In pratica le opzioni sarebbero due. 

1) il confezionatore è considerato chi inscatola: in etichetta ci sarà solo la ragione sociale dell'OSA che vende il prodotto;

2) il confezionatore è colui che inbusta sottovuoto: in etichetta ci sara "azienda B - Via xxxx sede yyy", sede dello stabilimento: "via zzzz sede fffff". 

Spero di essermi spiegato meglio adesso.

Grazie e saluti

Marco


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Penso di aver capito meglio ora, anche se la risposta di Bohrmito non l'ho compresa appieno.

Effettivamente io considererei confezionatore  chi mette il riso nelle buste come ti dicevo prima, quindi lo indichere come scrivi tu:

"azienda B - Via xxxx sede yyy", sede dello stabilimento: "via zzzz sede fffff".

oppure "azienda B - Via xxxx sede yyy", confezionato in: "via zzzz sede fffff".


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

etichetta, confezionamento, prodotto, riso, packaging, operatore settore alimentare, produzione, regolamento ue n 1169 2011, cartone, confezione, legge, composta frutta, distributore, alimenti, legge 30 aprile 1962 n 283

Discussioni correlate