Determinazione sicurezza e conservabilità sciroppo sambuco

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Ricerca e Sviluppo --> Determinazione sicurezza e conservabilità sciroppo sambuco

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Determinazione sicurezza e conservabilità sciroppo sambuco, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

​Buongiorno,

sono uno studente di Scienze e Tecnologie Alimentari (STA) che segue da tempo questo Forum.

Vorrei determinare la sicurezza igienico-santiaria e la conservabilità di uno sciroppo di sambuco prodotto, secondo una ricetta tradizionale, in modo artigianale.

La preparazione consiste nel lasciare per 2 giorni a macerare in acqua una miscela composta da: fiori di sambuco, limone, acido citrico, zuccheroIn seguito il tutto viene filtrato ed imbottigliato.

Lo sciroppo va incontro ad una fermentazione; infatti le bottiglie vanno in pressione ed il tappo si gonfia.

Preciso che non viene effettuato alcun trattamento termico, ma - nonostante ciò - il prodotto viene conservato in cantina ad una temperatura compresa tra i +10°C ed i +15°C per un anno senza problemi.

Appena riesco, conto di pubblicare le dosi esatte della ricetta.

A vostro avviso, quali sono le analisi da effettuare per determinarne eventuali problematiche, oltre a valutare la conservabilità?

Grazie e complimenti per il Forum! :)


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Determinazione sicurezza e conservabilità sciroppo sambuco
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

La quantità di saccarosio aggiunto è pari a 150g/100mL di acqua. In linea teorica l'AW dovrebbe aggirarsi intorno ai 0,90. È sufficiente per garantire assenza di sviluppo di patogeni? Oltre all'analisi di ph, aw, acidità e opportuno ricercare presenza di Staphylococcus aureus? Grazie


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Parli in linea teorica, oppure hai misurato l'attività dell'acqua (aw)?

Io comunque considererei più il grado Brix (°Bx) e la conseguente concentrazione zuccherina.

A livello microbiologico puoi cercare tutto, almeno all'inizio e per ogni lotto. Considera che la popolazione microbica che hai deriva da cosa c'è sopra ai fiori, quindi ogni volta è variabile.

Comunque, basarsi solo su quello come barriera per lo sviluppo microbico mi sembra un po' azzardato; una pastorizzazione mi sembra più che opportuna.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

sciroppo, sicurezza, determinazione, aw, analisi, prodotto, scienze tecnologie alimentari, acqua, igienico, temperatura, composta frutta, livello, acidita, e330, pastorizzato, staphylococcus, imbottigliato, quantita, trattamento termico, concentrazione, microbiologico, fermentazione, ph, sviluppo microbico, bottiglia, limone, saccarosio, zucchero, miscela

Discussioni correlate