Come fare lecitamente consulenze nutrizionali?

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Professione Tecnologo --> Come fare lecitamente consulenze nutrizionali? --> M2520

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Come fare lecitamente consulenze nutrizionali?. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Come fare lecitamente consulenze nutrizionali?
salve a tutti. Sono una TA laureata nel lontano 2003. Senza starvi a raccontare tutta la mia gavetta, in ambito universitario e non, volevo un consiglio da voi. Da  anni ho deciso di dedicarmi alla libera professione e di fare quindi la consulente nutrizionale. Ho frequentato il master della FIP nutrizione a Roma che mi ha rilasciato il titolo di etologo alimentare e l ho trovato molto valido dal punto di vista pratico, nel senso che mi ha dato gli strumenti giusti per iniziare a lavorare. La mia attività si è avviata piuttosto bene, ma il problema fondamentale è che quando parli con alcuni colleghi (specie se biologi!!!) ti buttano sempre zeppatine del tipo eh ma voi tecnologi non lo potreste fare... ed io rispondo che comunque il master mi ha dato un ulteriore titolo qualificante e che comunque lavoro nell ambito dell EDUCAZIONE ALIMENTARE e che non mi faccio passare certo per un nutrizionista. Poi la FIP organizza dei corsi di aggiornamento tip uno a cui ho già partecipato riguardante l alimentazione nello sportivo, e il mese prossimo ne terràun altro sull educazione alim nel bambino a cui sarei interessata a partecipare. Il problema però è un altro: per farla breve avevo deciso di iscrivermi nuovamente all Univ alla specialistica di alim e nutrizione, ma solo ed esclusivamente per mettermi a posto con la coscienza e poter fare con maggiore serenità e sicurezza il lavoro che mi piace tanto e che mi sta dando molte soddisfazioni. Il problema è che però a 34 anni e soprattutto con un bambino di 17 mesi e gli impegni lavorativi che ho già non è che mi risulta proprio facile rimettermi a preparare esami....per questo vorrei un sincero consiglio da voi e cioè se ne vale veramente la pena e che quindi dopo sti due anni di ulteriori sacrifici ho risolto o se poi in fin dei conti non serve a molto. Vi ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte e a presto.

Anche io sono una tecnologa alimentare e per esercitare la professione in ambito della nutrizione ho superato il test di ammissione alla facoltà di medicina e chirurgia per il corso di laurea in dietistica. Non puoi ricorrere a scorciatoie, gli anni di studio sono tanti e le uniche figure preposte alla nutrizione in ambito sanitario (pazienti sani e con patologie) sono i dietisti e i dietologi (medici con specializzazione in scienza della nutrizione), tutto il resto è solo confusione a danno dei pazienti. 



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

nutrizione, professione, patologia, tecnologo alimentare, laurea

Discussioni correlate (versione beta)









IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.