Un Tecnologo puo' diventare nutrizionista?

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Professione Tecnologo --> Un Tecnologo puo' diventare nutrizionista?

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Un Tecnologo puo' diventare nutrizionista?, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:
Salve, qualcuno mi sa dire se noi tecnologi possiamo anche intraprendere la carriera da nutrizionista? E se si che Master bisogna frequentare?

replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Un Tecnologo puo' diventare nutrizionista?
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:
Sì, è possibile diventare Nutrizionista.. Anche se il percorso non è dei più semplici. Occorre frequentare il Corso di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione, ma per fare ciò bisogna passare un test di ammissione in cui, tra le altre cose, vengono valutati i singoli percorsi di studio, gli esami sostenuti, il voto di laurea, etc.

Tuttavia, mi preme sottolineare la sostanziale differenza tra un Tecnologo-Nutrizionista ed un Medico-Nutrizionista; infatti nel primo caso NON è possibile prendere in cura pazienti affetti da patologie caratterizzate da un’alterazione dello stato nutrizionale. Solo i medici nutrizionisti possono farlo!!

In buona sostanza il medico cura; mentre il tecnologo suggerisce (non prescrive!) a persone sane.. Non si può diventare medici frequentando la specializzazione in Scienza dell'Alimentazione.

Non conosco il tuo percorso di studi e la tua specializzazione; ti consiglio comunque di fare qualche ricerca sui siti web delle Università che hanno attivo questo tipo di corso. Io ad esempio mi sono collegato al sito dell'Università La Sapienza.

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

No! Non userei il termine nutrizionista (nè tantomeno tecnologo-nutrizionista) perchè può trarre in inganno. Il tecnologo alimentare, anche dopo il conseguimento della specializzazione in scienze dell'alimentazione, rimane tecnologo alimentare. Il termine nutrizionista si usa invece SOLO per chi ha seguito l'indirizzo in nutrizione clinica (cioe' i laureati in medicina e chirurgia); tutti gli altri indirizzi in ambito non-clinico (percorribili quindi da biologi, farmacisti, tecnologi alimentari, ecc) rimangono nel campo delle specifiche aree di competenza previste dal percorso professionale originario di appartenenza.. Cosa significa? Che se tu sei tecnologo alimentare (5 anni o 3+2 anni) e ti prendi la specializzazione in scienze dell'alimentazione, potrai usare le competenze acquisite con questa specializzazione solamente nell'ambito delle tue competenze di tecnologo (definite dall'art. 2 - comma 1 della legge 59/94):

Art. 2.
(Attività professionale)

  1. Rientrano nella competenza del tecnologo alimentare:

    a) lo studio, la progettazione, la direzione, la sorveglianza, la conduzione ed il collaudo dei processi di lavorazione degli alimenti e dei prodotti biologici correlati, ivi compresi i processi di depurazione degli effluenti e di recupero dei sottoprodotti;

    b) lo studio, la progettazione, la costruzione, la sorveglianza e il collaudo, in collaborazione con altri professionisti, di impianti di produzione di alimenti;

    c) le operazioni di marketing, distribuzione ed approvvigionamento delle materie prime e dei prodotti finiti alimentari, degli additivi alimentari, degli impianti alimentari;

    d) le analisi dei prodotti alimentari; l'accertamento ed il controllo di qualità e di quantità di materie prime alimentari, di prodotti finiti, di additivi, di coadiuvanti tecnologici, di semilavorati, di imballaggi e di quanto altro attiene alla produzione e alla trasformazione di prodotti alimentari; la definizione degli standard e dei capitolati per i suddetti prodotti. Tali attività sono svolte presso strutture sia private che pubbliche;

    e) le funzioni peritali ed arbitrali in ordine alle attribuzioni elencate alle lettere a), b), c) e d);

    f) la statistica, le ricerche di mercato e le relative attività in relazione alla produzione alimentare;

    g) la ricerca e lo sviluppo di processi e prodotti nel campo alimentare;

    h) lo studio, la progettazione, la direzione, la sorveglianza, la stima, la contabilità ed il collaudo, in collaborazione con altri professionisti, dei lavori necessari ai fini della pianificazione alimentare, con riguardo alla valutazione delle risorse esistenti, alla loro utilizzazione e alle esigenze alimentari e nutrizionali dei consumatori;

    i) lo studio, la progettazione, la direzione, la sorveglianza, la stima, la contabilità ed il collaudo di lavori inerenti alla pianificazione della produzione alimentare sotto il profilo territoriale;

    l) lo studio, la progettazione, la direzione, la sorveglianza, la gestione, la contabilità ed il collaudo, in collaborazione con altri professionisti, dei lavori che attengono alla ristorazione collettiva in mense aziendali, mense pubbliche, mense ospedaliere e qualsivoglia tipo di servizio di mensa e ristorazione;

    m) lo studio, la progettazione, la direzione, la sorveglianza e la gestione, in collaborazione con altri professionisti, di programmi internazionali di sviluppo agro-alimentare, anche in collaborazione con agenzie internazionali e comunitarie.

  2. Gli iscritti all'albo dei tecnologi alimentari possono altresì svolgere funzioni di direzione, amministrazione e gestione di imprese che operano nel settore della produzione, trasformazione, conservazione e commercializzazione degli alimenti.

  3. Gli iscritti all'albo dei tecnologi alimentari hanno inoltre facoltà di compiere le attività di cui al comma 1 anche in settori diversi, quando tali attività siano connesse o dipendenti da studi e lavori di loro specifica competenza.

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Io sono un tecnologo alimentare laureato a Catania. Da 4 anni svolgo la professione di consulente alimentare. Prima in proprio, adesso anche in collaborazione con studi medici. Ovviamente l'appoggio allo studio medico offre un raggio d'azione molto più ampio.

però si può fare. Yes we can.

con le dovute cautele


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Ps Dopo la triennale di S.T.A. con 1 specialistica si può essere nutrizionisti???

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Io sono un tecnologo alimentare laureato a Catania. Da 4 anni svolgo la professione di consulente alimentare. Prima in proprio, adesso anche in collaborazione con studi medici. Ovviamente l'appoggio allo studio medico offre un raggio d'azione molto più ampio.

però si può fare. Yes we can.

con le dovute cautele

Ciao Siciliano,

ho incollato la tua dichiarazione, perché rappresenta esattamente quelle che sono le mie intenzioni lavorative future. La tua situazione lavorativa sicura mi conferma che posso diventare una consulente alimentare e quindi esercitare le stesse attività di un dietista, ossia elaborare consigli alimentari.

Io sono laureata in Scienze e tecnologie alimentari (triennale) e in Scienze degli alimenti e della nutrizione (specialistica), sono abilitata alla professione del Tecnologo Alimentare. Il mio intento è svolgere la professione come consulente alimentare, ossia elaborare diete a mò di consigli alimentari, sviluppare menù specifici, occuparmi di educazione alimentare, ecc.

Quale percorso hai seguito per poterti dichiarare consulente alimentare e lavorare in proprio oppure appoggiato a studi medici?

Inoltre potresti chiarirmi quali sono le cautele da avere nell'esercitare tali attività?

Ti ringrazio anticipatamente per le risposte che mi darai.....ovviamente accetto e ringrazio sin da adesso chi vorrà darmi qualche consiglio.

Un saluto


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Io sono un tecnologo alimentare laureato a Catania. Da 4 anni svolgo la professione di consulente alimentare. Prima in proprio, adesso anche in collaborazione con studi medici. Ovviamente l appoggio allo studio medico offre un raggio d azione molto più ampio.

però si può fare. Yes we can.

con le dovute cautele

Ciao Siciliano,

ho incollato la tua dichiarazione, perché rappresenta esattamente quelle che sono le mie intenzioni lavorative future. La tua situazione lavorativa sicura mi conferma che posso diventare una consulente alimentare e quindi esercitare le stesse attività di un dietista, ossia elaborare consigli alimentari.

Io sono laureata in Scienze e tecnologie alimentari (triennale) e in Scienze degli alimenti e della nutrizione (specialistica), sono abilitata alla professione del Tecnologo Alimentare. Il mio intento è svolgere la professione come consulente alimentare, ossia elaborare diete a mò di consigli alimentari, sviluppare menù specifici, occuparmi di educazione alimentare, ecc.

Quale percorso hai seguito per poterti dichiarare consulente alimentare e lavorare in proprio oppure appoggiato a studi medici?

Inoltre potresti chiarirmi quali sono le cautele da avere nell esercitare tali attività?

Ti ringrazio anticipatamente per le risposte che mi darai.....ovviamente accetto e ringrazio sin da adesso chi vorrà darmi qualche consiglio.

Un saluto

io sapevo che con una specializzazione di 2 anni in nutrizione umana è possibile iscriversi alla sezione A dell'ordine dei biologi e successivamente diventare biologo nutrizionista, in modo da poter esercitare anche come libera professione e prescrivere diete senza l'ausilio del medico!  mi potete confermare?

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
io sapevo che con una specializzazione di 2 anni in nutrizione umana è possibile iscriversi alla sezione A dell ordine dei biologi e successivamente diventare biologo nutrizionista, in modo da poter esercitare anche come libera professione e prescrivere diete senza l ausilio del medico!  mi potete confermare?
Si, confermo che con la laurea magistrale con indirizzo alimenti e nutrizione umana all'albo dei biologi sez. A, purché la classe del corso di laurea ti permetta di accedere all'esame di stato.
Nello specifico il Titolo di accesso:
Laurea specialistica di 2° Livello, in una delle seguenti classi:

a) Classe 6/S - Biologia;
b) Classe 7/S - Biotecnologie agrarie;
c) Classe 8/S - Biotecnologie industriali;
d) Classe 9/S - Biotecnologie mediche, veterinarie, e farmaceutiche;
e) Classe 82/S - Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio;
f) Classe 69/S - Scienze della nutrizione umana.



replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
io sapevo che con una specializzazione di 2 anni in nutrizione umana è possibile iscriversi alla sezione A dell ordine dei biologi e successivamente diventare biologo nutrizionista, in modo da poter esercitare anche come libera professione e prescrivere diete senza l ausilio del medico!  mi potete confermare?
http://www.onb.it/ordine_faq_elenco.jsp?idcat=8

replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

tecnologo alimentare, alimentare, professionista, nutrizionista, laurea, diventare nutrizionista, lavoro, albo professionale, consulente, alimenti, mensa, processo, professionale, professione, scienze tecnologie alimentari, nutrizione umana, dieta, nutrizionale, alimentazione, impianto, materia prima, prodotto alimentare, esame stato, nutrizione, tecnologo alimentare nutrizionista, alimentazione nutrizione umana, albo dei tecnologi alimentari, educazione alimentare, alimentaristi, libera professione, quantita, additivi, laurea scienze tecnologie alimentari, master, semilavorato, approvvigionamento, esame, legge, tecnologo alimentare abilitato, consumatore, limite, ristorazione collettiva, additivi coadiuvanti tecnologici, alterazione alimenti, lavorazione alimenti, sicuro, conservazione, legge 18 gennaio 1994 n 59, qualita, controllo, livello, patologia, analisi, prodotto alimentare biologico, professione tecnologo alimentare, imballaggi

Discussioni correlate