Valori nutrizionali medi: Autorità, verifiche e tolleranze

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Valori nutrizionali medi: Autorità, verifiche e tolleranze

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Valori nutrizionali medi: Autorità, verifiche e tolleranze, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:
  • Quali Enti o Autorità di Controllo hanno titolo per effettuare verifiche relativamente ai valori nutrizionali esposti in etichetta?
  • Quali tipologie di verifiche possono essere svolte da questi Soggetti?
  • Sono ammessi degli intervalli di "tolleranza" tra valori dichiarati in etichetta e valori verificati?
  • Cosa succede a fronte del riscontro di scostamenti tra quanto dichiarato in etichetta dal produttore e quanto rilevato in sede di verifica?
  • Quali sanzioni potrebbero essere comminate al produttore, in relazione al riscontro di tali scostamenti?
  • Quali sono gli eventuali strumenti a disposizione del produttore per argomentare e controbattere circa la correttezza e la veridicità dei dati dichiarati in etichetta?

Queste domande mi sono state sottoposte da alcuni clienti che intendono utilizzare, ai fini del calcolo dei valori nutrizionali da esporre in etichetta, i dati provenienti da Banche Dati quali Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) e United States Department of Agriculture (USDA), in virtù di quanto citato all’art. 31 del Reg UE 1169/2011, ovvero:

"I valori dichiarati sono valori medi stabiliti, a seconda dei casi, sulla base:

…omissis...

c) dal calcolo effettuato a partire da dati generalmente stabiliti e accettati".


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Valori nutrizionali medi: Autorità, verifiche e tolleranze
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

In merito all'etichetta nutrizionale, le sanzioni attualmente previste sono quelle di cui all'art. 10 del D.Lgs. 77/93:

1. Salvo che il fatto costituisca reato, chiunque confezioni, detenga per vendere o venda prodotti non conformi alle norme del presente decreto è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da lire un milione e duecentocinquantamila a lire sette milioni e cinquecentomila.

Non mi risulta che, al momento, esistano sanzioni applicabili all'1169/11.

Quanto alle tolleranze, segnalo questa Guida redatta in lingua inglese dalla Direzione Generale (DG) per la Salute ed i Consumetori della Commissione Europea e rivolta alle Autorità Competenti per il controllo della conformità alla Legislazione Comunitaria in merito all'impostazione delle tolleranze per i valori nutrizionali dichiarati su un'etichetta.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

In merito a Enti o Autorità di Controllo aventi titolo ad effettuare verifche sulla veridicità del'etichettatra nutrizionale, ritengo di poter rispondere con questo elenco, sicuramente non esaustivo:

  • Azienda Sanitaria Locale (ASL) ed eventuali declinazioni e/o Dipartimenti (AUSL, SIAN, etc.)
  • Nucleo Antisofisticazioni e Sanità (NAS)
  • Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e della Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF)
  • Guardia Forestale (GF)
  • Guardia di Finanza (GdF)
  • Polizia di Stato (PS)
  • Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM)
  • etc.

replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

etichetta, valori, sanzioni, verifica, ente, ausl, valori nutrizionali, controllo, nutrizionale, base, nutrizione, non conforme, qualita, inran, sicuramente, alimenti, confezione, frode

Discussioni correlate