Istanza di Riconoscimento per Aromi (come semilavorati)

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Istanza di Riconoscimento per Aromi (come semilavorati)

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Istanza di Riconoscimento per Aromi (come semilavorati), occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

L'azienda per cui lavoro produce liquori amari. Molti estratti / aromi vengono prodotti internamente.

Non si effettua vendita di questi prodotti, ma vengono utilizzati come semilavorati per poi essere utilizzati nei liquori.

Recentemente mi sono accorto che a livello regionale (Piemonte) esiste una richiesta da presentare alla Regione.

Questa richiesta si chiama: "Istanza di Riconoscimento, ai sensi dell’art. 6 del Regolamento (CE) 852/2004 e del DPR 19.11.1997, n. 514, alla produzione, miscelazione, confezionamento, commercio e deposito di additivi alimentari/aromi/enzimi."

Siccome nell'elenco compaiono anche gli aromi, mi sono chiesto se anche la nostra azienda sia tenuta a presentare tale istanza.

Ho cercato tra le varie Leggi, Decreti del Presidente della Repubblica (DPR) e Decreti Bollettino Ufficiale Regionale (BUR), ma non ho trovato le specifiche di chi debba presentare quest'Instanza di Riconoscimneto.

C'è qualcuno che sia in grado di far luce su questo aspetto?

Grazie.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Istanza di Riconoscimento per Aromi (come semilavorati)
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Articolo 6 - Controlli ufficiali, registrazione e riconoscimento

2. In particolare, ogni operatore del settore alimentare notifica all'opportuna autorità competente, secondo le modalità prescritte dalla stessa, ciascuno stabilimento posto sotto il suo controllo che esegua una qualsiasi delle fasi di produzione, trasformazione e distribuzione di alimenti ai fini della registrazione del suddetto stabilimento.

Articolo 1 - Produzione, commercializzazione e deposito degli additivi alimentari

1. L'autorizzazione alla produzione, al commercio e al deposito ai fini della commercializzazione degli additivi alimentari e' rilasciata dalla regione o dalle province autonome di Trento e Bolzano territorialmente competenti o dalle autorita' dalle stesse delegate.

2. Il legale rappresentante dell'impresa interessato al rilascio dell'autorizzazione di cui al comma 1 presenta istanza contenente:

Secondo me la soluzione sta qui: è attività ai fini della commercializzazione?

La preparazione interna all’Azienda di semilavorati finalizzati ad essere ingredienti del / dei prodotti finiti non può essere considerata attività finalizzata alla commercializzazione.

Il possesso di riconoscimento per la produzione di liquori integra tutte le attività interne preliminari a tale produzione.

Ubi maior minor cessat!


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Grazie per la risposta. Ho avuto conferma da audit recente da parte dell'ASL.

Grazie ancora.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

aroma, semilavorato, alimentare, additivi, regolamento ce n 852 2004, registrazione, confezionamento, miscelazione, enzima, audit, legge, controllo, operatore settore alimentare, alimenti, ingrediente, scienze tecnologie alimentari, ausl, livello, controllo ufficiale, lavoro

Discussioni correlate