Etichettatura: formaggio fresco spalmabile e conservanti

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Etichettatura: formaggio fresco spalmabile e conservanti

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Etichettatura: formaggio fresco spalmabile e conservanti, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Buongiorno a tutti!

Scrivere su un formaggio fresco spalmabile (tipo Philadelphia) "senza conservanti" è legalmente corretto?

Il dubbio mi viene dall'applicazione del principio generale dell'etichettatura (accolto anche a livello Comunitario) secondo il quale è scorretto scrivere in etichetta informazioni che suggeriscano che il prodotto possiede caratteristiche particolari rispetto a prodotti analoghi.

In altre parole, se tutti i formaggi freschi spalmabili sono senza conservanti, scriverlo è superfluo e cade nello scorretto?

Grazie.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Etichettatura: formaggio fresco spalmabile e conservanti
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Ciao andysuper,

sono consentiti i seguenti conservanti:

RegCE 1333/2008

Allegato I

01.7.1

Formaggio non stagionato, tranne i prodotti della categoria 16 (desserts)

E 200-203 Acido sorbico - sorbati 1 000 mg/kg (1) (2)

(1) Gli additivi possono essere aggiunti singolarmente o in combinazione

(2) Il livello massimo è applicabile alla somma e i livelli sono espressi come acido libero.

_________________________

E' quindi lecito vantare il non impiego.

Cordiali saluti,

trentino


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

grazie mille


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Il claim avrebbe un senso se esistesse qualche “formaggio fresco spalmabile” che utilizza conservanti.

Se, al contrario, le caratteristiche di questi prodotti e la loro tecnologia di preparazione (come sospetto) non richiedono l'impiego di questi additivi, cioè se nessuno li utilizza (non perché è più bravo degli altri, ma perché non servono), qualche perplessità potrebbe starci.

L'argomento, però, si presta a considerazioni un pochino più ampie: per non dilungarmi oltre, segnalo un mio articolo, nel quale esprimevo qualche dubbio, se non sulla liceità, almeno sull'opportunità di vantare simili caratteristiche.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao a tutti,

a stretto rigore, già l'assenza di menzione nell'elenco degli ingredienti di: additivi, coloranti, conservanti,.. rappresenta, anche per il consumatore attento a tali aspetti, informazione più che sufficiente per il corretto acquisto.

In tale logica, vantare ulteriormente con claims la loro assenza costituisce un illecito.

Cosa ne pensate?

Saluti,

trentino


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

conservanti, formaggio, fresco, additivi, livello, claim, e200, stagionato, prodotto, elenco ingredienti, consumatore, regolamento ce n 1333 2008, acido, etichetta, colorante

Discussioni correlate