Considerazioni su distributori automatici di olio sfuso

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Considerazioni su distributori automatici di olio sfuso

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Considerazioni su distributori automatici di olio sfuso, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Pagine: 1 2

Oggetto:

Ciao a tutti.

Cosa ne pensate della vendita di olio tramite distributori automatici (tipo quelli del latte)? Non è vietata la vendita di olio sfuso al consumatore?

Durante il Cibus una ditta ha riscosso molto successo nel promuovere questi distributori. Lo slogan era: "...uno strumento che consente di moltiplicare le vendite e raddoppiare i guadagni"...


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Considerazioni su distributori automatici di olio sfuso
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Oli d'oliva: vendita al consumatore finale,  solo confezionati.

RegUE 29/2012


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao Marco,

anche a me risulta quanto riportato da Trentino, regolamento 29/2012 art.2.

Cosa ne penso? Sicuramente che se la questione è come hai descritto tu, l'azienda sta commettendo un illecito molto grave, a tal proposito visto che non stiamo parlando di segreti ti invito a riportare il nome di tale ditta in modo da approndire la questione magari visitando il loro sito internet.

Grazie ciao!

Alfredo


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao Alfredo,

sono venuto a conoscenza di questi "erogatori di olio" solo grazie ad un mio cliente.  E' stato lui a procurarsi i depliant al Cibus ed era in procinto di acquistarne uno per installarlo nel suo negozio al dettaglio. 

Sinceramente c'era rimasto molto male quando ho bloccato il tutto. Per cercare di sollevarlo gli ho detto che mi sarei informato meglio ed in effetti in rete ho trovato questo http://www.peldi.it/?service=olio.

Sinceramente non ricordo se si tratta della stessa ditta del Cibus, ma tra qualche giorno provo a recuperare i depliant dal cliente. Poi vi faccio sapere.

Grazie

Marco

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Marco, ho visto il sito, dai claim pubblicitari riportati sembrerebbe essere quello che dici, sono molto dubbioso sulla questione, mi piacerebbe avere anche il parere di alfclerici sulla questione prima di esprimermi meglio ed in altri termini....

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

In effetti la normativa è molto chiara in merito. Sia il Reg. 29/2012 che il 109/92 prescrivono la vendita al consumatore solo preconfezionati ed in recipienti ermeticamente chiusi. Trattandosi inoltre di olio "di oliva" è necessario rispettare altri adempimenti circa il carico/scarico come l'iscrizione all'albo degli imbottigliatori sian e compilazione delle schede informatizzate.

Tuttavia, considerazione del tutto personale, l'idea dei distributori automatici non è per niente male!!!

Ciao Marco


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

 Anche a me pare che non ci possano essere dubbi.

Ho dato un'occhiata al sito segnalato da marco79: sulla disinvoltura del linguaggio, nulla da dire.

Ma questi signori la legge la conosceranno o no?

Per questa ragione ho inviato loro una mail ponendo il quesito di cui stiamo parlando.

Vi terrò al corrente.

Saluti.

alf


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Caro alf una volta tanto sono io a precederti! ho fatto richiesta di informazioni all'azienda e questa è la risposta ricevuta:

"Buongiorno

La normativa che vieta la vendita sfusa  non prevede specificatamente la possibilità di distribuire direttamente al consumatore finale

Olio tramite distributori automatici. Il sistema infatti lo prevediamo così come abbiamo fatto per il

Latte, per la vendita diretta da produttore a consumatore.

Le confermo comunque che nella regione Marche

esistono già punti vendita di olio sfuso regolarmente autorizzati dal locale servizio antifrode.

Pertanto riteniamo che un’opportuna sensibilizzazione dei servizi antifrode locali

Per la vendita sfusa sulla base della procedura che le ho allegato, possa dare dei frutti concreti.

Recentemente siamo stati al CIBUS   assieme a un’azienda che produce olio biologico

E con la quale stiamo richiedendo al ministero interessato deroghe per la vendita di olio tramite i distributori automatici

Nel rispetto di precise procedure di movimentazione e consegna dell’olio.

Noi abbiamo già installato diversi distributori fornendo ai clienti la procedura che vi alleghiamo.

Saluti"

Procedura allegata:

VENDITA DIRETTA DI OLIO  SFUSO A MEZZO DI MACCHINE AUTOMATICHE SELF SERVICE

PROPOSTA DI PROCEDURA DI AUTOCONTROLLO

Le macchine vending per olio sfuso , certificate dal punto di vista metrologico, sono una nuova possibilità per i produttori per portare direttamente ai consumatori il loro prodotto,  nel rispetto delle procedure antifrode e antisofisticazione.
La macchina si configura come un punto di imbottigliamento periferico, direttamente al consumatore.
Per questo motivo ci sembra utile suggerire una procedura operativa che corrisponda alle  suddette esigenze :
1)    Il produttore predispone un manuale di autocontrollo per tutti gli aspetti che riguardano la vendita diretta e che riporta nel dettaglio tutte le seguenti attività.

2)    Il prodotto è contenuto in recipienti che rispettano le norme di igiene del prodotto e tali recipienti numerati o codificati sono oggetto di  registrazione di carico e scarico e movimentazione.

3)    I recipienti in uscita sono sigillati nel tragitto fino alla macchina e la valvola di uscita, che connette il recipiente alla macchina dosatrice è unidirezionale e quindi impedisce che da quell’uscita vi possa essere nuovo riempimento.

4)    La macchina dosatrice riporta sul fronte cliente la ragione sociale del produttore, inoltre ad ogni erogazione la macchina emette etichetta adesiva con tutti i dati caratteristici compreso il lotto di produzione, correntemente riportati dalle etichette per bottiglie confezionate.

5)    L’etichetta adesiva è apposta direttamente dal cliente sulla bottiglia utilizzata per il prelievo.

6)    La macchina vending trasmette settimanalmente al gestore della distribuzione, a mezzo SMS i quantitativi venduti per effettuare le previste registrazioni sul registro di carico e scarico.
Si ritiene che l’adozione diffusa e conforme di questa modalità operativa, possa consentire la vendita diretta self service nel rispetto delle norme di protezione del consumatore."


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Credo che la ditta abbia ricevuto diverse mail di chiarimenti in questi ultimi giorni. La risposta è un copia incolla.

Rimangono forti perplessità!!! Anzi direi che sono sempre più convinto che non possa essere fattibile!!!

Provo comunque ad approfondire con la Repressione Frodi per verificare questi "regolarmente autorizzati dal locale servizio antifrode". Vi tengo informati.

Ciao Marco


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Rimango anche io molto dubbioso, mi sembra un'interpretazione della normativa molto al limite...se hai modo di sentire la repressione frodi attendo di sapere cosa ti dicono!

 

ciao!

Alfredo


replyemailprintdownloadaward

Pagine: 1 2



Parole chiave (versione beta)

distributore automatico, consumatore, olio oliva, frode, prodotto, distributore, confezionamento, autocontrollo, registrazione, etichetta, latte, etichette bottiglie, legge, procedura operativa, decreto legislativo 27 gennaio 1992 n 109, igiene, metrologico, certificato, ente, iscrizione albo, preconfezionato, sicuramente, conforme, limite, base, imbottigliamento, sanzioni, claim, prelievo, verifica, frutta, livello, pulizie, bottiglia, interpretazione, olive, scienze tecnologie alimentari

Discussioni correlate