Studiare S.T.A. e lavorare

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Studenti S.T.A. --> Studiare S.T.A. e lavorare

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Studiare S.T.A. e lavorare, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:
salve a tutti.
 Ho 32 anni e da parecchi anni lavoro nella vendita al dettaglio di alimentari, nella ristorazione collettiva prima come operatore, poi anche come responsabile di mense e di punti cottura. Ho visto pero' che in questi ultimi anni le aziende di Ristorazione collettiva richiedono il diploma o la laurea in tecnologie alimentari per svolgere attivita' di coordinamento nella ristorazione.. quindi ho deciso di iscrivermi visto che la materia mi interessa.
... dovrei iscrivermi alla facolta' di Udine mi date dei consigli?
 la si puo fare senza seguire i corsi e lavorando tutto il giorno secondo Voi?
esistono dei corsi anche privati per lavoratori che possono parificare questa specifica attivita'?
grazie e buona giornata...




replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Studiare S.T.A. e lavorare
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Buongiorno junio77 e benvenuto!!

Ammiro i ragazzi come te che, pur lavorando, decidono di intraprendere il percorso di studi; anche se non ti nego che è molto difficile riuscire a conciliare le due cose. In primo luogo perchè il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari è abbastanza impegnativo e richiede tempo e concentrazione, ma soprattutto perchè per certe materie (vedi le chimiche, le microbiologie, etc.) è assai importante la frequenza (per lo meno dei laboratori).

Non voglio scoraggiarti, anzi ti dico che conosco ragazzi che sono riusciti tranquillamente a laurearsi pur lavorando; addirittura alcuni in 5 anni precisi su 5 previsti dal vecchio ordinamento.. Veramente in gamba!

Il consiglio che ti posso dare, è di prendere contatto direttamente con il/la preside di facoltà dell'Università di Udine e di esporgli il tuo caso dettagliatamente. In secondo luogo, prima di fare la scelta, prenditi un pò di tempo e valuta bene se si tratta di una decisione che ti servirà e quanto sei disposto a fare pur di raggiungere la meta.

Good luck, kiddo!

Giulio

PS: Diffida dei corsi che promettono successo e miracoli... La soluzione nel bicchiere di Wanna era satura...    ;-)


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Buongiorno junio77 e benvenuto!!

Ammiro i ragazzi come te che, pur lavorando, decidono di intraprendere il percorso di studi; anche se non ti nego che è molto difficile riuscire a conciliare le due cose. In primo luogo perchè il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari è abbastanza impegnativo e richiede tempo e concentrazione, ma soprattutto perchè per certe materie (vedi le chimiche, le microbiologie, etc.) è assai importante la frequenza (per lo meno dei laboratori).

Non voglio scoraggiarti, anzi ti dico che conosco ragazzi che sono riusciti tranquillamente a laurearsi pur lavorando; addirittura alcuni in 5 anni precisi su 5 previsti dal vecchio ordinamento.. Veramente in gamba!

Il consiglio che ti posso dare, è di prendere contatto direttamente con il/la preside di facoltà dell Università di Udine e di esporgli il tuo caso dettagliatamente. In secondo luogo, prima di fare la scelta, prenditi un pò di tempo e valuta bene se si tratta di una decisione che ti servirà e quanto sei disposto a fare pur di raggiungere la meta.

Good luck, kiddo!

Giulio

PS: Diffida dei corsi che promettono successo e miracoli... La soluzione nel bicchiere di Wanna era satura...    ;-)

in realta' sono interessato alla materia, e quello che mi spinge di piu' ad affrontare questo percorso di studi è per migliorarmi professionalmente ...ma ne varra' la pena veramente?
PS  il preside della facoltà da udienza in questi casi si?
grazie per i consigli..


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
in realta sono interessato alla materia, e quello che mi spinge di piu ad affrontare questo percorso di studi è per migliorarmi professionalmente ...ma ne varra la pena veramente?
PS  il preside della facoltà da udienza in questi casi si?
grazie per i consigli..

Ho affrontato il tuo stesso problema, lavorare e studiare non è semplice Giulio ha ragione, però ho affrontato e concluso gli studi.

Il consiglio è di parlare molto apertamente e seriamente con la preside della facoltà; qualche obbligo di frequenza c'è, però la cosa più dure è prepararsi gli esami da soli e senza gli appunti delle lezioni (fondamentali per la riuscita degli esami).

Non temere perchè ho trovato tanti ragazzi disponibili a fornire il materiale delle lezioni e poi..........devi darci dentro di brutto perchè il giorno si lavora e la sera (così come per le ferie) si studia!

In bocca al lupo.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

lavoro, esame, ristorazione collettiva, alimentare, cottura, laurea, concentrazione, mensa, laurea scienze tecnologie alimentari, corso laurea scienze tecnologie alimentari, laboratorio, il te

Discussioni correlate