Il Laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Professione Tecnologo --> Il Laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari --> M429

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Il Laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Il Laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari

Qui di seguito è riportata una presentazione del Corso di Laurea Quinquennale in Scienze e Tecnologie Alimentari presso l'Università degli Studi di Parma (sempre VECCHIO ORDINAMENTO, cioè prima della riforma):

Il corso di laurea in Scienze Tecnologie Alimentari ha una durata di 5 ANNI. Ciascuno dei 5 anni è poi suddiviso in due semestri. Il numero di corsi d'insegnamento presso l'Università degli studi di Parma è pari a 28 con un ugual numero di prove finali d'esame (in realtà le prove finali d'esame sostenute sono molte di più!!! Infatti alcuni corsi prevedono più "moduli", ossia due differenti corsi, spesso tenuti da differenti docenti, ognuno dei quali prevede un esame finale. Il voto registrato però è unico, generalmente la media aritmetica dei due voti conseguiti). Inoltre prima dell'iscrizione al quarto anno occorre aver sostenuto una prova di conoscenza di Lingua Inglese. Dopo il sostenimento degli esami relativi ai corsi previsti nel piano di studi, lo studente deve superare l'esame di laurea, che consiste nella discussione di una tesi a carattere sperimentale, svolta negli Istituti e Dipartimenti universitari o presso aziende del settore. La didattica si svolge mediante LEZIONI TEORICHE ed APPLICAZIONI PRATICHE DI LABORATORIO. Un buon profitto richiede regolare frequenza sia alle lezioni, sia alle esercitazioni di laboratorio.

Il corso si compone di sei aree formative fondamentali:

AREA MATEMATICA:

comprendente la matematica,la statistica e l'informatica volta a fornire allo studente gli strumenti per l'interpretazione quantitativa sia dei dati di laboratorio, sia dei processi tecnologici;

AREA CHIMICA:

comprendente la chimica di base (generale, organica e chimica-fisica) e applicata (analisi degli alimenti, biochimica applicata), volta a fornire allo studente una conoscenza dei fenomeni molecolari che determinano la conservazione, la trasformazione degli alimenti ed i metodi per la verifica della qualità;

AREA BIOLOGICA:

comprendente le materie biologiche di base e la microbiologia applicata (microbiologia alimentare, microbiologia industriale e biotecnologia delle fermentazioni), volta a fornire conoscenze sia dei processi produttivi, sia di quelli biotecnologici e dell'igiene microbiologica e del controllo degli alimenti;

AREA BIOCHIMICA:

nutrizionale volta a fornire le cognizioni delle trasformazioni fisiologiche dei componenti alimentari;

AREA TECNOLOGICA:

con materie di base (fisica, fisica-tecnica) e applicate (operazioni fondamentali, processi ed impianti dell'industria alimentare), volta a fornire le nozioni e le competenze necessarie a gestire i processi tecnologici di conservazione e trasformazione degli alimenti;

AREA ECONOMICA:

volta a fornire le conoscenze necessarie per l'organizzazione aziendale, gli aspetti economici, le normative ed il marketing.



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

esame, processo, laboratorio, base, microbiologia, conservazione, alimentare, trasformazione alimenti, biochimica, laurea, chimica fisica, verifica, igiene, impianto, corso laurea scienze tecnologie alimentari, alimenti, analisi alimenti, qualita, microbiologico, industria alimentare, fermentazione, nutrizionale, corso laurea quinquennale scienze tecnologie alimentari, interpretazione, controllo

Discussioni correlate (versione beta)









IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.