Analisi farine

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Microbiologia Alimentare --> Analisi farine

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Analisi farine, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Salve a tutti, è la prima volta che scrivo qua anche se ho diverse volte usato questo forum come strumento per il mio lavoro, quindi ringrazio tutti quelli che indirettamente mi hanno aiutato.

Il mio quesito  è il seguente, ad un cliente con un laboratorio di preparazione "pizze e basi pizza congelate" volevo consigliare dei test sui fornitori e in particolare sulle farine. Qualcuno può indicarmi quali parametri andare a controllare? Micotossine in cima alla lista, ma quali? Se poi aveste un riferimento a una norma di legge sarebbe perfetto. 

Mille grazie

 

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Analisi farine
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Ciao! Bentornato su Taff. 

ti consiglio di richiedere:

  • schede tecniche ai fornitori per ottenere informazioni dettagliate sulle caratteristiche delle farine e per facilitare la referenziazione dei fornitori.

Fare riferimento ai limiti massimi comunemente stabiliti per i "contaminanti pertinenti" REGOLAMENTO (UE) 2023/915 DELLA COMMISSIONE del 25 aprile 2023 "relativo ai tenori massimi di alcuni contaminanti negli alimenti e che abroga il regolamento (CE) n. 1881/20062"   

L'elenco completo dei contaminanti per una seria di alimenti e, dei rispettivi livelli massimi di contaminanti stabiliti li trovi nell' allegato I del presente Regolamento

I parametri di seguito che ho riportato e, i relativi limiti, sono puramente orientativi solo a titolo esemplificativo che si dovranno adattare alle specifiche del prodotto

Ti elenco una lista NON esasutiva (ricontrollali): 

Metalli pesanti: 

  • Piombo (Pb): Limite massimo comunemente stabilito <uguale  0,2 mg/kg.
  • Cadmio (Cd): Limite massimo comunemente stabilito: 0,1 mg/kg
  • Arsenico (As): Limite massimo comunemente stabilito: 0,1 mg/kg

Micotossine 

  • Aflatossine (B1, B2, G1, G2): Limite massimo comunemente stabilito: <uguale a 4 μg/kg (somma delle aflatossine B1, B2, G1 e G2).
  • Deossinivalenolo (DON): Limite massimo comunemente stabilito: < uguale 750 μg/kg.
  • Ocratossina A: Limite massimo comunemente stabilito inferiore o uguale a 3 μg/kg
  • Sclerozi della Claviceps spp. e i suoi alcaloidi: 50 μg/kg

Contaminanti Ambientali: 

Questi possono includere sostanze chimiche come i policlorobifenili (PCB), i policlorodibenzofurani (PCDF) e i policlorodibenzodiossine (PCDD),PCB, PCDF, PCDD:Da qui in poi,

Parametri puramente orientativi solo a titolo esemplificativo che si dovranno adattare alle specifiche del prodotto

Microbiologici (a seconda della tipologia di farina) 

  • Bacillus cereus (Reg Ce 2073/2005 e s.m.i)
  • Salmonella  (Reg Ce 2073/2005 e s.m.i)

Filth test

  • Assenza di  peli di roditori
  • Assenza di larve di insetti
  • a titolo esemplificativo < 50 frammenti di insetti

Parametri fisici:

  • umidità,
  • proteine
  • ceneri 

Qualità tecnologica:

  • Indice di glutine (IG): Per la formazione del glutine e la struttura dell'impasto.
  • Forza della farina: Per trattenere acqua e gas durante la lievitazione.
  • Stabilità: Per resistere all'ammassamento e alla lavorazione.
  • Assorbimento d'acqua: Per ottenere un impasto di consistenza ottimale.
  • Colore: La farina dovrebbe avere un colore uniforme, bianco crema o leggermente giallo.
  • Odore: Dovrebbe essere fresco e gradevole, senza odori rancidi o muffiti.
  • Granulometria: La farina dovrebbe essere finemente macinata, senza grumi o parti grossolane.
     

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Mille grazie per la pronta risposta! 


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

farina, analisi, contaminanti, limite, fornitore, parametri, base, legge, alimenti, laboratorio, prodotto, micotossine, lavoro, scheda tecnica, contaminanti alimenti, livello

Discussioni correlate