Certificati allergeni ed OGM-free per vini e mosti

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Certificati allergeni ed OGM-free per vini e mosti

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Certificati allergeni ed OGM-free per vini e mosti, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Spesso la ns. azienda acquista vino o mosti. Da quando siamo certificati IFS e BRC abbiamo richiesto a tutti i ns. fornitori le certificazioni inerenti all'assenza di allergeni così come previsto da Dir. CE 2007/68 e OGM free così come Reg. CE 1830 /2003. Questi due certificati, come i certificati di attuazione del sistema SISTEMA HACCP da parte di ogni produttore e trasformatore, sono obbligatori anche senza lo standard IFS BRC poichè sono richiesti dalle normative vigenti sulla sicurezza alimentare. Molti produttori di mosto e di vino, anche di elevata qualità, sono ostili alla  produzione di questi certificati e spesso mi sento dire che non sono obbligatori. Dalle ns. verifiche non esiste alcuna deroga per quanto riguarda allergeni e OGM free per il settore vino. Ora prima di acquistare del mosto e del vino devo prima farmi inviare i certificati timbrati e firmati. Purtroppo così facendo devo scartare dei piccoli produttori di vino o mosti di elevata qualità che non si prendono la responsabilità di firmare questi certificati.(ingiusta selezione). Probabilmente queste due direttive CE (allergeni, OGM free) non hanno dei risvolti concreti poichè si sono obbligatorie, ma non hanno dei risvolti sanzionatori, quindi pochi si "disturbano " a produrli. Io però essendo l'ultimo della catena (imbottigliatore e confezionatore) dovrei segnalare sull'etichetta anche la sospetta presenza di OGM o allergeni (così come si fà con l'anidride salforosa) per tutelare il consumatore. Gradirei avere qualche delucidazione e se esiste, come ho già scritto, qualche deroga al settore vino.GRAZIE


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Certificati allergeni ed OGM-free per vini e mosti
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:
Alcune considerazioni forse poco tecniche ma, spero, di buon senso, da parte di qualcuno che, a suo tempo, ha pure lui avuto a che fare con certi fornitori...
1. Innanzitutto, sin dove possibile, eliminare i fornitori non collaborativi (mi rendo conto, però, che ciò è facile a dirsi, ma non sempre a farsi...). Potrebbe essere comunque utile, quantomeno, ottenere da parte loro qualcosda di scritto circa l'indisponibilità a fornirti informazioni...
2. Non sono tanto loro ad essere obbligati a fornirti le informazioni, quanto tu a doverle comunicare ai tuoi consumatori: in altre parole la responsabilità e la decisione finale è soltanto tua (in caso di "incidenti" sarà ben difficile poterti giustificare dicendo che i tuoi fornitori non ti hanno dato ciò che chiedevi)
3. Per quanto riguarda gli allergeni, non saprei, a parte i solfiti, quali altri possono avere reali probabilità di essere presenti nei tuoi prodotti. Direi che, in assenza di dichiarazioni da parte dei fornitori, una soluzione potrebbe essere qualla di realizzare verifiche analitiche dirette sulle forniture (tipologia e numero di analisi da valutare secondo la tua esperienza).
4. Analogo discorso andrebbe (condizionale d'obbligo, dato che, in realtà, non li dichiara nessuno) fatto per gli OGM. Ma da dove potrebbero arrivare, per mosti e vini? In altre parole, per i punti 3. e 4. una sensata valutazione dei rischi ( e soprattutto dei NON rischi) può essere d'aiuto. 
Il mio punto di vista (politicamente scorrettissimo, ti avviso) sugli OGM l'ho descritto in un articolo di qualche mese fa.
 
Non mi risultano deroghe per mosti e vini, ma sicuramente qualcun'altro saprà essere più preciso: da parte mia non mi resta che farti tanti auguri.
  
alf

replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

vino, mosto, certificato, fornitore, qualita, consumatore, verifica, sicuramente, brc, haccp, certificazione, sicurezza prodotti alimentari, analisi, certificazione brc ifs, ifs, etichetta

Discussioni correlate