Esenzione piano autocontrollo (HACCP)

TAFF: TalkinŽabout Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Esenzione piano autocontrollo (HACCP)

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Esenzione piano autocontrollo (HACCP), occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Pagine: 1 2

Oggetto:

Secondo la legislazione attuale, nessun OSA (operatore del settore alimentare) e' piu' esentato dal mettere in atto un sistema di autocontrollo (a mio avviso giustamente). Per quanto riguarda la possibilita' di redigere dei piani semplificati, il legislatore non ha fatto altro che ratificare quello che farebbe un bravo tecnologo alimentare adottando buonsenso e raziocinio.

Voglio riallacciarmi al problema della semplice raccolta delle mele. Per quanto siano alimenti "autoprotetti", dire che non vi siano rischi e' piuttosto azzardato. Avete mai pensato a problemi dovuti alla mancanza del rispetto dei tempi di carenza dei fitofarmaci? E alla presenza di malattie infettive degli operatori? E all'igiene dei contenitori e/o dei mezzi di trasporto?

Un buon sistema di autocontrollo e' fatto "sul processo", piccolo o grande che sia e di conseguenza deve riportare "tutto quanto possa ledere alla salute del consumatore", sia esso chimico, microbiologico, fisico, etc.. Mi viene da ridere quando vedo dei colleghi pseudo-burocrati che si appigliano alla 2073 o ad altre norme settoriali dicendo "Ma la normativa non lo prevede!"; andatelo poi a raccontare a un giudice!!!

Un bravo tecnologo alimentare ha tutte le conoscenze per far si che anche la micro-micro-micro azienda possa avere un piano di autocontrollo efficace con costi sostenibili. Il problema maggiore e' che il nostro mestiere lo fanno sempre piu' dei semplici burocrati che hanno frequentato qualche sedicente "corso abilitante" di qualche ora e si sentono "esperti del settore".

Scusatemi per lo sfogo, ma con la salute non si scherza!!!


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Esenzione piano autocontrollo (HACCP)
provaprovaprovaprovaprova

Pagine: 1 2



Parole chiave (versione beta)

haccp, alimentare, controllo, alimenti, igiene, igienico, prodotto alimentare, registrazione, requisiti, base, monitoraggio, autocontrollo, formazione, piano autocontrollo, verifica, prodotto, processo, temperatura, fornitore, mela, operatore settore alimentare, regolamento ce n 852 2004, azione correttiva, regolamento ce n 178 2002, sicurezza prodotti alimentari, consumatore, pulizie, limite critico, stoccaggio, esenzione piano autocontrollo, grossista, professionale, igiene alimenti, limite, livello, sicurezza, tecnologo alimentare, decreto legislativo 26 maggio 1997 n 155, non conformita, planimetria, caffe, cottura, legge, confezionamento, laboratorio, microbiologico, approvvigionamento, critical control point, legislativo, analisi pericoli, funghi, lavoro, legislazione, materia prima, rintracciabilita, frutta, igiene personale, scheda tecnica, magazzinaggio, caseificio, qualita acqua, ristorante, validazione, analisi, controllo animali infestanti, settore agroalimentare, conservazione, piano haccp, igienico sanitario, mensa, parametri, procedura operativa, scarti lavorazione, stabilita, bevande, conforme, corpo estraneo, elaborazione piano haccp, miele, pesche, acqua, ausl, carne, solido, trattamento, codex alimentarius, diagramma flusso, industria alimentare, micotossine, paste fresche, veterinario, analisi rischi, congelamento, gmp, acquedotto, contaminazione, decreto legislativo 31 marzo 1998 n 114, legislazione alimentare, potabilita, sop, efsa, frutta fresca, limite legge, pastorizzazione, processo alimentare, regolamento ce n 2073 2005, te, vino, abrogazione, campione, filiera, magazzino, non conforme, residui fitofarmaci, smaltimento rifiuti, tempo temperatura, autorizzazione sanitaria, catena alimentare, control point, decreto legislativo 6 novembre 2007 n 193, fresco

Discussioni correlate