Ingredienti, additivi, coadiuvanti tecnologici

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Ingredienti, additivi, coadiuvanti tecnologici

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Ingredienti, additivi, coadiuvanti tecnologici, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Pagine: 1 2

Oggetto:
Ciao...qualcuno sa darmi le definizione precise dei seguenti termini sui quali esiste a volte un po' di confusione: - additivo - coadiuvante tecnologico - ingrediente Grazie

replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Ingredienti, additivi, coadiuvanti tecnologici
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:
Ciao!

Ti riporto pari pari le definizioni tratte dal:

- Decreto Legislativo n. 109 del 27 Gennaio 1992 ("Attuazione delle direttive (CEE) n. 395/89 e (CEE) n. 396/89, concernenti l'etichettatura, la presentazione e la pubblicità dei prodotti alimentari")

0) INGREDIENTE: Per ingrediente si intende qualsiasi sostanza, compresi gli additivi, utilizzata nella fabbricazione o nella preparazione di un prodotto alimentare, ancora presente nel prodotto finito, anche se in forma modificata

- Decreto Ministeriale n. 209 del 27 Febbraio 1996 ("Regolamento concernente la disciplina degli additivi alimentari consentiti nella preparazione e per la conservazione delle sostanze alimentari in attuazione delle direttive n. 94/34/CE, n. 94/35/CE, n. 94/36/CE, n. 95/2/CE e 95/31/CE")

1) ADDITIVO: Per additivo alimentare si intende qualsiasi sostanza, normalmente non consumata come alimento in quanto tale e non utilizzata come ingrediente tipico degli alimenti, indipendentemente dal fatto di avere un valore nutritivo, aggiunta intenzionalmente ai prodotti alimentari per un fine tecnologico nelle fasi di produzione, di trasformazione, di preparazione, di trattamento, di imballaggio, di trasporto o immagazzinamento degli alimenti, che si possa ragionevolmente presumere diventi, essa stessa o i suoi derivati, un componente di tali alimenti direttamente o indirettamente

2) COADIUVANTE TECNOLOGICO: Per coadiuvante tecnologico si intende una sostanza che non viene consumata come ingrediente alimentare in sè, che è volontariamente utilizzata nella trasformazione di materie prime, prodotti alimentari o loro ingredienti, per rispettare un determinato obiettivo tecnologico in fase di lavorazione o trasformazione che può dar luogo alla presenza, non intenzionale ma tecnicamente inevitabile, di residui di tale sostanza o di suoi derivati nel prodotto finito, a condizione che questi residui non costituiscano un rischio per la salute e non abbiano effetti tecnologici sul prodotto finito


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Grazie 1000 per la risposta esauriente. Ecco però volevo fare un esempio per chiudere il cerchio... Mettiamo il caso che io abbia un prodotto intermedio di produzione sul quale ho una carica microbica elevata e per abbassargliela additivo al prodotto intermedio un prodotto chimico (es. acqua ossigenata). Il prodotto chiaramente subisce nel suo proseguo altri trattamenti (es. raffinazione, essiccamento) fino a diventare prodotto finito. La mia domanda è: il prodotto chimico (che può accidentalemnte ritrovarsi sotto forma di sost. ossidanti nel prodotto finito) è un additivo oppure coadiuvante?? Io penso un coadiuvante...

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Grazie 1000 per la risposta esauriente. Ecco però volevo fare un esempio per chiudere il cerchio... Mettiamo il caso che io abbia un prodotto intermedio di produzione sul quale ho una carica microbica elevata e per abbassargliela additivo al prodotto intermedio un prodotto chimico (es. acqua ossigenata). Il prodotto chiaramente subisce nel suo proseguo altri trattamenti (es. raffinazione, essiccamento) fino a diventare prodotto finito. La mia domanda è: il prodotto chimico (che può accidentalemnte ritrovarsi sotto forma di sost. ossidanti nel prodotto finito) è un additivo oppure coadiuvante?? Io penso un coadiuvante...
Anch'io penso si tratti di un coadiuvante tecnologico.
Sarebbe interessante sentire anche l'opinione degli altri utenti del forum.

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Un'ulteriore dubbio... Gli additivi sono elencati ed indicati con la "E" davanti ad un numero che li contraddistingue; non esiste invce un elenco dei coadiuvanti...Si può quindi usare qualsiasi prodotto controllando che non abbia effetti negativi sulla salute e non abbia effetti tecnologici sul prodotto finito??

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Anch io penso si tratti di un coadiuvante tecnologico.
Sarebbe interessante sentire anche l opinione degli altri utenti del forum.
coadiuvante tecnologico

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

ciao, rilancio la discussione...

nel caso di olio di palma bifrazionato utilizzato unicamente per consentire un più facile distacco di un prodotto da forno (piadina) dallo stampo, lo considerate "additivo" o "coadiuvante tecnologico"?. io penso la seconda, e secondo l'art 7 del del d.lgs n.109 del 92 sono propenso a non indicarlo in etichetta.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Classico caso di coadiuvante.

saluti

alf


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Anche la mia opinione preponde che trattasi di coaudivante tecnologico . Il quale se rispetta la nozione giuridica , desumibile dal D.lgsvo 27.02.1986 non deve essere annoverato in etichetta tra gli ingredienti , come invece  per le sostanze qualificate come additivi alimentari (compresi i coloranti . I quali in precedenza godevano di una discplina giuridca autonoma rispetto alle alte categorie di addittivi)

 

Saluti Rob


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Perfetto, grazie a tutti per le veloci e preziose conferme.

replyemailprintdownloadaward

Pagine: 1 2



Parole chiave (versione beta)

ingrediente, prodotto, additivi, coadiuvante tecnologico, alimenti, alimentare, acqua ossigenata, prodotto alimentare, residui, additivi coadiuvanti tecnologici, materia prima, trattamento, etichetta, decreto legislativo 27 gennaio 1992 n 109, imballaggi, regolamento ce n 178 2002, conservazione, ispezione, legislazione, pubblicita prodotti alimentari, colorante, immagazzinamento, piano haccp, latte, prodotto forno, forno, legislazione alimentare, regolamento ce n 1333 2008, confezionamento, sterile, essiccamento, legislativo, prodotto trasformato

Discussioni correlate