calcolo valori nutrizionali

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> calcolo valori nutrizionali

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo calcolo valori nutrizionali, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Salve a tutti,

ho letto tanti articoli a proposito dei valori nutrizionali e del loro calcolo e volevo dare anch'io il mio contributo. Premesso che, a quanto mi risulta non ci sono ancora sanzioni per chi "sbaglia" i valori nutrizionali, ma su questo vorrei chiedere conferma a tutti voi e premesso che vi sono, non solo le tolleranze, ma anche le apporssimazioni delle quali non so se siete a conoscenza; io ho un software inglese che calcola i valori nutrizionali tenendo conto dei cali cottura e che attinge sia dai database USDA, sia da quelli inglesi; in ogni caso io mi faccio mandare sempre le schede tecniche dei singoli ingredienti che compongono il prodotto di cui vado a calcolare i valori nutrizionali. Questo per evitare di prendere un burro americano, o italiano, quando magari il mio cliente usa un burro belga che non assomiglia neppure lontanamente nè al primo, nè al secondo. Tutto questo nel limite del possibile perchè quando devo fare i valori nutrizionali della zuppa di cicerchia, o del fagiolo nero dell'alto viterbese, ahimè, un po' bisogna ingegnarsi. Comunque se è vero che la variabilità esiste nei calcoli, esisterà anche nei valori analitici e dunque come fare ad ovviarla ? Fare decine di analisi ? Credo che sia improbonibile soprattutto per un piccolo artigiano, ma qui si tratterà anche di capire come le autorità di controllo vorranno applicare la legge ed eventuali sanzioni. Ultimo, ma non ultimo c'è anche chi mi ha spedito l'etichetta di un prodotto sott'olio, o sott'aceto e mi ha detto di desumerla da li perchè gli ortaggi sono in proprzione variabile e dunque lui non sa quanti gliene mette. Ovviamente gli ho risposto che facevo i calcoli a suo rischio e pericolo e non mi assumevo responsabilità alcuna; ma a proposito di sottaceti e sottoli: quando c'è una verdura che è stata previamente marinata qual è il residuo in aceto ? Infine, ultima considerazione, io calcolo i valori nutrizionali dei sottoli tenendo conto di un piccolo residuo di acqua e/o di olio da aggiungere allo sgocciolato; voi, invece, da quello che capisco, non aggiungete nulla di residuale. Anche su questa cosa mi interessano visioni, se ci sono, differenti.

Grazie e a presto


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: calcolo valori nutrizionali
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Peccato non abbia risposto nessuno, ci sono spunti di discussione interessanti, sopratutto nel capire come gli organi di vigilanza applichino il controllo su un piccolo artigiano rispetto ad un'industria: nello specifico l'interpretazione del punto 19 dell'allegato V. Per quanto riguarda i residui di acqua e olio nei sottoli, come fa a calcolarne la quantità?


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

valori nutrizionali, olio oliva, residui, prodotto, sanzioni, controllo, aceto, burro, acqua, etichetta, analisi, interpretazione, fagioli, quantita, legge, scheda tecnica, cottura, ortaggi, ingrediente, calcolare, limite, valori

Discussioni correlate