Derivati del pomodoro - normativa e definizioni

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Derivati del pomodoro - normativa e definizioni

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Derivati del pomodoro - normativa e definizioni, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Buongiorno a tutti,

ho una richiesta abbastanza urgente: stiamo acquistando da un fornitore nuovo della passata di pomodoro. Tuttavia, la scheda tecnica che mi è stata inviata definisce il prodotto "succo di pomodoro", con grado Brix (°Bx) compreso tra 8 e 10%.

Non ho mai avuto occasione di affrontare la legislazione dei derivati del pomodoro in modo approfondito, pertanto non lo so: che voi sappiate passata di pomodoro e succo di pomodoro sono da considerarsi sinonimiQual è la normativa vigente a riguardo?

Io ho trovato il Reg CE 449/2001 che, all'articolo 1, paragrafo 2, lettera k) definisce il succo di pomodoro, ma da nessuna parte ho trovato riferimenti al termine "passata" di pomodoro...

Grazie per l'aiuto!


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Derivati del pomodoro - normativa e definizioni
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Vedi:

D.M. 23 settembre 2005 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 232 del 5 ottobre 2005).
Definizione di passata di pomodoro: La denominazione di vendita «Passata di pomodoro» è riservata al prodotto ottenuto direttamente da pomodoro fresco, sano e maturo, avente il colore, l'aroma ed il gusto caratteristici del frutto da cui proviene, per spremitura, eventuale separazione di bucce e semi e parziale eliminazione dell'acqua di costituzione in modo che il residuo ottico rifrattometrico risulti compreso tra 5 e 12 gradi Brix, con una tolleranza di 3%, al netto del sale aggiunto.
 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Grazie trentino,

i requisiti previsti dal summenzionato D.M. sono in linea con quanto dichiarato dal fornitore in scheda tecnica; solo che lui lo chiama succo di pomodoro.

Volevo riuscire a capire se da qualche parte è definito che passata di pomodoro e succo di pomodoro siano definizioni equivalenti, perchè nemmeno nel Decreto Ministeriale che mi hai indicato questo viene specificato.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao alemar78,

passata di pomodro e succo di pomodoro sono definizioni equivalenti per il mercato estero.

Per il mercato italiano, la definizione di passata di pomodoro è regolata dal D.M. summenzionato che non consente, a differenza del succo di pomodoro, di ottenere la passata da diluizione del concentrato di pomodoro.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Per il succo di pomodoro, vedi D.Lgs. 20/2014.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

pomodoro, scheda tecnica, fornitore, prodotto, legislazione, separazione, aroma, requisiti, frutta, residui, gazzetta ufficiale, semi, acqua, fresco, sale

Discussioni correlate