Preparazione gastronomica a base di formaggio e ricotta

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Preparazione gastronomica a base di formaggio e ricotta

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Preparazione gastronomica a base di formaggio e ricotta, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Buongiorno a tutti,

ho un dubbio sulla classificazione di un prodotto e sull'elenco degli ingredienti. La denominazione del prodotto sarebbe "crema" ed è costituita da una omogeinizzazione di formaggio e ricotta.

Si può classificare formaggio o preprazione gastronomica?

Inoltre l'elenco degli ingredienti dev'essere costituito dai singoli ingredienti del formaggio e ricotta posti in ordine decrescente o si deve evidenziare i due componenti utilizzati in forma finale (ovvero formaggio e ricotta)?

Grazie

Saluti

Cristina


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Preparazione gastronomica a base di formaggio e ricotta
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Secondo me:

- Preparazione gastronomica (a base di formaggio e ricotta)

Quanto poi alla dichiarazione degli ingredienti, dipende dal rapporto tra le due componenti. Se, ad esempio, si volesse evidenziare la presenza di formaggio (presumo il componente più pregiato), sarebbe da preferire la forma:

- Ingredienti: formaggio ...% (ingredienti del formaggio), ricotta ...%, eventuali altri ingredienti

In caso contrario sceglierei la forma disaggregata (elenco di tutti i componenti in ordine decrescente). In questo secondo caso, le quantità % di formaggio e di ricotta vanno inserite nella denominazione di vendita.

ciao


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Grazie,

ma non può rientrare nella categoria formaggio fuso, visto che l'omogeneizzazione avviene a temperatura intorno a 70°C?

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

L’espressione «formaggio fuso» è riservata al prodotto della fusione di un formaggio o di una mescolanza di formaggi con eventuale aggiunta di altri prodotti del latte, compresi il latte in polvere, la caseina o concentrato di siero di latte … (Convenzione internazionale su l’uso delle designazioni d’origine e delle denominazioni dei formaggi)

Non sono riuscito a trovare qualcosa di più specifico sui formaggi fusi (se qualcuno ne è al corrente ce lo faccia sapere; l'ho già chiesto in un altro mio intervento senza ottenere alcuna risposta: forse ciò vuol dire che non c'è nulla, comunque rilancio la richiesta) a parte l'obbligo di indicare la presenza di sale (se utilizzato, cfr. 109/92 art. 7) e le prescrizioni relative all'impiego di additivi.

A questo punto direi che, sì, la denominazione “formaggio fuso” è utilizzabile.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

formaggio, ricotta, preparazione gastronomica, base, ingrediente, prodotto, formaggio fuso, latte, elenco ingredienti, additivi, siero, crema, temperatura, decreto legislativo 27 gennaio 1992 n 109, sale, caseina, latte polvere, quantita

Discussioni correlate