Determinazione di zuccheri nei Wurstel

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Chimica degli Alimenti --> Determinazione di zuccheri nei Wurstel

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Determinazione di zuccheri nei Wurstel, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Salve a tutti mi chiamo Angelo e lavoro come tecnico di laboratorio ,ho bisogno di un consiglio riguardante la determinazione degli zuccheri in campioni di Wurstel.Come tecnica utilizzo HPLC con rivelatore UV......Essendo un rivelatore UV il campione dovrebbe essere limpido e chiaro prima di essere iniettato, ma dato l'elevato contenuto di grassi nei Wurstel,in seguito a estrazione, l'estratto rimane di colore giallo....e questo crea non poche interferenze sovrastimando i risultati......Ho provato anche a "sgrassare" il campione effettuando 2 lavaggi con etere di petrolio su qualche grammo di campione talquale per eliminare la sostanza organica appunto,poi ho fatto l'estrazione con acetonitrile/acqua 60:40 (come da manuali ISTISAN) ma il risultato è sempre lo stesso.....l'estratto,filtrato è sempre colorato e il cromatogramma presenta non poche interferenze.....Avete qualche consiglio da darmi in merito alla fase estrattiva? Grazie


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Determinazione di zuccheri nei Wurstel
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Nei Rapporti Istisan sono riportati due metodi di preparazione del campione

- 63
CARBOIDRATI SINGOLI O IN MISCELA
Metodo per cromatografia ionica*

- 66
CARBOLDRATI SINGOLI O IN MISCELA
Metodo per HPLC*

Quale usi?

Considera oltre ai grassi, anche l'aspetto coloranti (purificazione su colonnina adatta ad assorbirli?)


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Uso il secondo ....hplc .....


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Prova  la preparazione del campione come il primo.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Grazie mille, speriamo bene...questi zuccheri mi stanno facendo esaurire :-)


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Puoi descrivere le prove che hai eseguito per poi ritenere che i risultati sono sovrastimati ?


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Certamente....allora io mi sono attenuto ai rapporti ISTISAN ...il secondo metodo....Il mio responsabile Chimico mi ha fatto mettere a  punto una retta di taratura che mi permette di determinare una concentrazione di zucheri (fruttosio,glucosio,saccarosio e maltosio) compresa tra 100 e 2000 ppm che corrisponde allo 0,1% e 20%..........L'estrazione l ho provata sia su un'aliquota di campione tq che di campione seccato a 105 °C ,rispettivamente un 5 g di campione talquale e 2,5 g di campione secco(macinato)....il  contenuto di acqua si aggira intorno al 55-60%.

Estrazione effettuata con 50 ml di miscela acetonitrile/acqua 60:40 , 30 minuti in bagno ultrasuoni+ agitazione meccanica per 2 ore.....centrifuga e filtrazione del surnatante....l'estratto si presenta color ocra.......La determinazione quantitativa si aggira sui 2000 ppm anzi va anche molto fuori retta,il che è strano dato che le etichette nutrizionali del prodotto riportano un contenuto di zuccheri del 1% circa


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Se 100 ppm corrisponde a 0,1%, 2000 ppm corrisponde a 2% (non 20%).

Se il contenuto presunto del campione è 1% ( = 10 g/kg = 10000 ppm), 5 g estratti con 50 ml dovrebbero dare una soluzione di  1000 ppm.

Se la soluzione si aggira su 2000 ppm, corrisponde a 2% nel campione; il che potrebbe essere, visto che i valori nutrizionali dichiarati solitamente esprimono valori medi.

Fammi sapere se ho interpretato correttamente.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ha perfettamente ragione non mi ero accorto dell'errore sulla retta ,talmente preso dalla fase di estrazione ....


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Buongiorno,mi scuso se intervengo solo ora nella dicussione ma la determinazione degli zuccheri in HPLC-UV è elemento d'interesse. In vari momenti ho effettuato dei test per l'impiego di questa tecnica strumentale ma ho sempre riscontrato una bassa sensibilità con la semplice rilevazione UV a 190nm. Posso chiedere lumi riguardo il comparto strumentale impiegato? (per esempio la tipologia di colonna). Si sono riscontrati buoni risultati con il semplice UV da metodo ISTISAN 96/34? Grazie


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

campione, zucchero, determinazione, wurstel, estrazione, hplc, acqua, miscela, preparazione campione, grassi, concentrazione, laboratorio, valori, etichettatura nutrizionale alimenti, centrifuga, taratura, lavoro, valori nutrizionali, filtrazione, prodotto, colorante, ultrasuoni, carboidrati, glucosio, saccarosio

Discussioni correlate