Rintracciabilità e gestione dei rapporti con il personale

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Qualità e Sicurezza Alimenti --> Rintracciabilità e gestione dei rapporti con il personale --> M4794

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Rintracciabilità e gestione dei rapporti con il personale. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Rintracciabilità e gestione dei rapporti con il personale

 

Il “problema” del rapporto con gli operai (direi meglio, se me lo permetti, con i colleghi; non è detto che con gli impiegati ci possano essere problemi anche maggiori...) si risolve in un solo modo: con l'esperienza (3 mesi sono proprio pochi).

Non esiste una ricetta valida per tutte le situazioni: le uniche cose che ti posso raccomandare sono pazienza e apertura mentale (tu hai da imparare da loro almeno quanto loro da te).

Venendo alla rintracciabilità, ti segnalo questa guida di Federalimentare.

Ritengo particolarmente utile sottolineare l'importanza della cosiddetta “rintracciabilità interna”.

Mi spiego con un esempio.

Un industria alimentare ha, per ognuna delle materie prime che utilizza, uno o più fornitori, ognuno dei quali consegna la sua merce identificandola con un numero di lotto da lui assegnato e grazie al quale è in grado di risalire, ad esempio, a quando quel lotto è stato prodotto, su quali impianti, quali controlli ha superato, ecc. L'industria utilizza queste materie prime per fabbricare i suoi prodotti, ognuno dei quali sarà a sua volta identificato con un numero di lotto, grazie al quale anche l'industria potrà risalire a data di produzione, controlli effettuati, ecc.

Ora, supponiamo che un fornitore A consegni all'industria il lotto xx di una materia prima. Dopo un certo tempo, lo stesso fornitore informa l'industria che, a seguito di verifiche effettuate, quel lotto xx è risultato pericoloso per la salute. Se il lotto in questione è ancora in magazzino nessun problema. Può essere però accaduto che, nel frattempo, quel lotto sia stato già utilizzato, magari per preparare differenti semilavorati che a loro volta sono stati impiegati in svariati prodotti finiti. Cosa potrà fare allora l'industria se, non avendo una sua rintracciabilità interna, non sarà in grado di individuare in quali lotti di prodotto finito è presente il lotto xx? Dovrà provvedere a ritirare dal mercato una quantità di prodotto ben superiore a quella effettivamente pericolosa, rischiando, peraltro, che qualcosa comunque sfugga.

Analogamente, supponiamo che un Organo di Controllo segnali all'industria che in uno dei suoi prodotti sono state rinvenute sostanze tossiche. Dopo le necessarie verifiche, l'industria accerta che tale sostanza non è presente nel proprio stabilimento e non può che provenire da una delle materie prime utilizzate. Ma, senza una rintracciabilità interna, l'industria non potrà appurare quali lotti di quali fornitori sono stati utilizzati, rendendo così molto più complessa la ricerca delle cause della contaminazione.

Spero di esserti stato utile. Se ci fossero problemi applicativi faccelo sapere: TAFF sarà senz'altro in grado di darti una mano.

Buon lavoro.

alf



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

materia prima, rintracciabilita, fornitore, controllo, prodotto, verifica, contaminazione, impianto, quantita, magazzino, lavoro, industria alimentare, sostanze tossiche, semilavorato, produzione, il te

Discussioni correlate (versione beta)









IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.