Etichettatura confezioni regalo

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Packaging Alimentare --> Etichettatura confezioni regalo

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Etichettatura confezioni regalo, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Buonasera Gentilissimi,

Da poco sono nel settore e vorrei un parere in merito all'etichettatura di confezioni regalo, poichè a mio avviso non è del tutto regolamentata nel regolamento 1169/2011.

Un azienda che produce e distribuisce prodotti per canale horeca vorrebbe realizzare per alcuni prodotti attualmente in produzione delle confezioni regalo che saranno destinate al canale horeca e anche direttamente al consumatore finale. All'interno di queste confezioni verrebbero inserite singole monoporzioni di questi prodotti in differenti referenze, l'ettichettatura completa con le diciture obbligatorie per legge come indicato dal Reg.1169/2011 è presente soltanto nelle scatole. Quali diciture è quindi obbligatorio indicare in etichetta in questo caso? 

Ringrazio anticipatamente per le risposte e l'aiuto fornitomi

Silvia


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Etichettatura confezioni regalo
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

oh, considerato che le confezioni regalo sono il mio mestiere benvenuta nel magico mondo del "non si sa bene"...

c'è un'interrogazione europea in merito che a quanto ne so non ha ancora avuto risposta sull'apporre o meno tutti i requisiti obbligatori dell'1169 fuori. in assenza di tale indicazione più o meno quasi tutte le figure che ho interpellato si allineano sull'idea che lotto, tmc, condizioni di conservazione, allergeni e denominazione legale fuori debbano vedersi. questo per la vendita fisica, se si vuole andare sull'e-commerce invece bisogna attenersi a tutte le richieste minime
 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ritengo che, sino a nuovo ordine, si possa fare riferimento all'art. 14, comma 7 bis del 109:

Gli imballaggi di qualsiasi specie, destinati al consumatore, contenenti prodotti preconfezionati, possono non riportare le indicazioni prescritte all'art. 3, purché esse figurino sulle confezioni dei prodotti alimentari contenuti; qualora dette indicazioni non siano verificabili, sull'imballaggio devono figurare almeno la denominazione dei singoli prodotti contenuti [alla denominazione aggiungerei gli eventuali allergeni] e il termine minimo di conservazione o la data di scadenza del prodotto avente la durabilità più breve. ” .

Naturalmente ciò vale solo nel caso in cui le “monoporzioni” di cui parla silv87 riportino tutte le indicazioni prescritte dal 109 (e, oggi, dall'1169). In caso contrario, ovviamente, tutto il necessario deve figurare sull'imballaggio che dette monoporzioni contiene.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

confezione, imballaggi, consumatore, decreto legislativo 27 gennaio 1992 n 109, tmc, prodotto alimentare, etichetta, prodotto, conservazione, termine minimo conservazione, requisiti, preconfezionato, legge, data scadenza

Discussioni correlate