Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.taff.biz/home/index.php on line 375 Involgente protettivo: definizione e caso pratico (by ) #M - Taff

Involgente protettivo: definizione e caso pratico

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Involgente protettivo: definizione e caso pratico --> M2158

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Involgente protettivo: definizione e caso pratico. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Involgente protettivo: definizione e caso pratico

Buongiorno!!

Concludo, esponendovi la sequenza logica che mi ha portato alle considerazioni di cui al "post" sopra, ricordandovi che non sono un giurista e che pertanto esse sono fornite senza garanzia alcuna (come del resto previsto dal disclaimer di questo Forum, che tutti i fruitori dovrebbero leggere attentamente!).

Ai sensi del punto b) del comma 2. dell'art.1 del D.Lgs 109/1992 si intende per prodotto alimentare preconfezionato l'unità di vendita destinata ad essere presentata come tale al consumatore ed alle collettività, costituita da un prodotto alimentare e dall'imballaggio in cui è stato immesso prima di essere posto in vendita, avvolta interamente o in parte da tale imballaggio ma comunque in modo che il contenuto non possa essere modificato senza che la confezione sia aperta o alterata.

Come facilmente intuibile, il caso del trancio di prosciutto crudo rinetra perfettamente in tale definizione. Pertanto, cercando di esprimente matematicamente la summenzionata definizione, potremmo scrivere:

trancio prosciutto crudo + imballaggio = prodotto alimentare preconfezionato

A questo punto, prendiamo in esame la Circolare n°165 del 31/03/2000 che dice:

Si ritiene utile evidenziare, poi, che la definizione di involgente protettivo è data solo ed esclusivamente per definire il concetto di tara, mentre il prodotto posto in un involucro è un preimballaggio o un preincarto, a seconda dei casi, ai sensi dell'art. 1 del decreto 109/92.

Pertanto, sempre applicando la logica matematica a quanto fin qui esaminato:

trancio prosciutto crudo + imballaggio = prodotto alimentare preconfezionato = preimballaggio

Tornando al D.Lgs 109/1992, all'art.9 si stabilisce che:

La quantità netta di un preimballaggio (i.e. trancio + imballaggio) è la quantità che esso contiene al netto della tara.

Ed è proprio qui il nocciolo del discorso: se ragionassimo in termini di tara (ossia: imballaggio = tara), ne conseguirebbe che la quantità netta debba essere calcolata sottraendo il peso dell'imballaggio. Tuttavia, è proprio la succitata Circolare Ministeriale 165 del 31/03/2000 che ci ricorda esistere una categoria di materiali (previsti dall'art.12 del D.M. del 21/12/82) che per loro natura non rientrano nel concetto di tara, si tratta degli involgenti protettivi. In tale In tale categoria di involgenti rientrano il cryovac e l'alluminio destinati ad avvolgere prosciutti cotti o crudi disossati.

E' evidente, pertanto, che il peso dell'imballaggio di un trancio di prosciutto crudo, non costituendo tara, non debba essere sottratto ai fini della determinazione della quantità netta.

A presto!
Giulio


torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

imballaggi, tara, prodotto alimentare, prosciutto crudo, decreto legislativo 27 gennaio 1992 n 109, quantita netta, involgente protettivo, preimballaggio, peso, preconfezionato, confezione, prodotto, alluminio, consumatore, quantita, prosciutto cotto, esame, determinazione

Discussioni correlate (versione beta)








IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.