Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.taff.biz/home/index.php on line 375 Bevande con contenuto Alcolico >1,2% e Lista Ingredienti (by ) #M - Taff

Bevande con contenuto Alcolico >1,2% e Lista Ingredienti

TAFF: TalkinŽabout Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Bevande con contenuto Alcolico >1,2% e Lista Ingredienti --> M7849

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Bevande con contenuto Alcolico >1,2% e Lista Ingredienti. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Bevande con contenuto Alcolico >1,2% e Lista Ingredienti

Se può servire, relativamente al QUID:

CIRCOLARE 31 marzo 2000, n.165
Linee guida relative al principio della dichiarazione della quantita' degli ingredienti (art. 8 del decreto legislativo n. 109/1992) nonche' ulteriori informazioni per la corretta applicazione delle disposizioni riguardanti l'etichettatura dei prodotti alimentari.

L'indicazione del QUID non e' obbligatoria nei seguenti casi:

5) Ingrediente o categoria di ingredienti che, pur figurando nella denominazione di vendita, non e' tale da determinare la scelta del consumatore, per il fatto che la variazione di quantita' non e' essenziale per caratterizzare il prodotto alimentare, ne' e' tale da distinguere il prodotto da altri prodotti simili.

Tale disposizione prevede l'esenzione dell'obbligo di indicare il QUID ne casi in cui la quantita' di un ingrediente indicato nel nome di un prodotto alimentare non influenza la decisione del consumatore di acquistare o meno il prodotto ovvero un prodotto invece che un altro analogo. E' il caso di prodotti fabbricata essenzialmente a partire dall'ingrediente o dalla categoria di ingredienti citati in denominazione.

L'esenzione si applica anche quando la stessa denominazione e' ripetuta su piu' parti dell'imballaggio del prodotto. Non si applica invece se il nome dell'ingrediente e' messo in rilievo e in particolare quando figura in un punto diverso dalla denominazione di vendita, fra le indicazioni che attirano l'attenzione dell'acquirente sulla presenza di tale ingrediente. Ne sono esempi:

Liquori di frutta;

 

Circolare 12 marzo 2001, n. 166.

Istruzioni in materia di etichettatura e presentazione dei prodotti alimentari.

(pubbl. in Gazz. Uff. n. 66 del 20 marzo 2001).

IL MINISTERO DELL’INDUSTRIA E DEL COMMERCIO E DELL’ARTIGIANATO,

E) Precisazioni.

b) nella circolare n. 165 del 31 marzo 2000 gli esempi riportati al punto 5

preceduti dalle parole «ne sono esempi» sono casi di esenzione del QUID.



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

ingrediente, prodotto, prodotto alimentare, quantita, consumatore, decreto legislativo 27 gennaio 1992 n 109, frutta, legislativo, imballaggi

Discussioni correlate (versione beta)









IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.