Requisiti chimici e microbiologici acqua come ingrediente

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Requisiti chimici e microbiologici acqua come ingrediente

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Requisiti chimici e microbiologici acqua come ingrediente, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Per la preparazione dei liquori si utilizza come ingrediente alimentare, oltre ad alcol, aromi, zucchero ed eventuali coloranti, anche l'acqua.

Quest'acqua viene prodotta da impianto di demineralizzazione a resine a scambio cationico attivate con acido cloridrico commerciale.

Che caratteristiche chimiche e microbiologiche deve avere quest'acqua all'uscita dell'impianto per essere utilizzata come ingrediente alimentare? Esiste una normativa o legge che regola i parametri chimici e microbiologici dell'acqua per essere usata come ingrediente?

Io conosco l'Allegato I parti A, B e C del D.lgs. 31/01 è sufficiente o ci sono altri regolamenti / leggi?

Grazie.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Requisiti chimici e microbiologici acqua come ingrediente
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:
replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Grazie per la risposta. Il discorso è legato a quanto sotto.

L'azienda per la quale lavoro, recentemente ha subito un Audit da parte dell'ASL. Sempre nel corso dell'Audit, i verificatori hanno aperto una Non Conformità (NC) per quanto riguarda l'acqua utilizzata come ingrediente.

In pratica richiedono di effettuare analisi (almeno 1 volta ogni 6 mesi) su acqua utilizzata come ingrediente.

Quest'acqua infatti subisce una demineralizzazione tramite apposito impianto a resine a scambio ionico (rigenerate con acido cloridrico).

E' stata effettuata analisi e tutti i parametri analizzati (con esclusione di uno) rientrano nell'Allegato I parti A, B e C del D.lgs. 31/01.

L'unico parametro al di fuori (dell'Allegato I parti A, B e C del D.lgs. 31/01) è il pH che si aggira intorno a 3,5. Questo pH è molto basso poichè l'acqua non ha più il potere tampone (completamente demineralizata). Questo pH si alzerà durante le lavorazioni sia per aggiunta di altri ingredienti sia perchè la CO2 ambientale tampona ed alza il pH.

Se mi attengo all' Allegato I parti A, B e C del D.lgs. 31/01 quest'acqua non potrei usarla come ingrediente, ma visto che il prodotto non è finito (semilavorato) penso che si possa utilizzare anche perchè ASL non mi dato delle restrizioni normative.

Cosa ne pensate?

Visto che il regolamento dei liquori Reg CE n°110/2008, non descrive le caratteristiche chimiche dei liquori, quale regolamento, quale legge devo tenere in considerazione per immettere sul mercato una bevanda (in questo caso alcolica) soprattutto per quanto riguarda il paramenbtro del pH.

Grazie.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

acqua, ingrediente, ph, requisiti, legge, impianto, audit, parametri, analisi, ausl, e507, alimentare, semilavorato, colorante, prodotto, microbiologico, trattamento, alcolico, parametri chimici, aroma, lavoro, bevande, non conformita, zucchero

Discussioni correlate