Cioccolato puro: è finita!

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Cioccolato puro: è finita! --> M3930

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Cioccolato puro: è finita!. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Cioccolato puro: è finita!

La Comunitaria 2011 mette finalmente fine alla penosa vicenda del “cioccolato puro”. (Il riassunto della situazione: Cioccolato "puro": conclusione inevitabile )

Ecco l'articolo della Comunitaria (in GURI n. 1 de. 2.1.2012):

Art. 17 Modifiche al decreto legislativo 12 giugno 2003, n. 178, recante attuazione della direttiva 2000/36/CE relativa ai prodotti di cacao e di cioccolato destinati all'alimentazione umana. Sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea del 25 novembre 2010 nella causa C-47/09 1. Al decreto legislativo 12 giugno 2003, n. 178, sono apportate le seguenti modificazioni: a) l'articolo 6 e' abrogato; b) all'articolo 7, il comma 8 e' abrogato. 2. Lo smaltimento delle scorte delle etichette e delle confezioni dei prodotti di cioccolato che riportano il termine «puro» abbinato al termine «cioccolato» in aggiunta o integrazione alle denominazioni di vendita di cui all'allegato I annesso al decreto legislativo 12 giugno 2003, n. 178, oppure la dizione «cioccolato puro» in un'altra parte dell'etichetta deve avvenire entro ventiquattro mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge. Ed ecco gli articoli del decreto legislativo 178/2003, citati:

Art. 6 Uso della dizione "cioccolato puro"

1. I prodotti di cioccolato di cui all'All. I, punti 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10, che non contengono grassi vegetali diversi dal burro di cacao, fatta eccezione per il ripieno diverso dai prodotti di cacao e cioccolato, possono riportare nell'etichettatura il termine "puro" abbinato al termine "cioccolato" in aggiunta o integrazione alle denominazioni di vendita di cui all'All. I oppure la dizione "cioccolato puro" in altra parte dell'etichetta

Art. 7, comma 8

8. Chiunque utilizza il termine "puro" abbinato al termine "cioccolato" nell'etichettatura dei prodotti di cui all'All. I, punti 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10, che contengono grassi vegetali diversi dal burro di cacao, fatta eccezione per il ripieno diverso dai prodotti di cacao e di cioccolato, è punito con la sanzione pecuniaria amministrativa del pagamento di una somma non inferiore ad Euro 3.000,00 né superiore ad Euro 8.000,00.

Restiamo in trepida attesa della prossima italica trovata!



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

cioccolato, cacao, regolamento ce n 178 2002, legislativo, etichetta, abrogazione, burro, grassi, confezione, legge, sanzioni, alimentazione

Discussioni correlate (versione beta)









IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.