Termometro a mercurio certificato

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Qualità e Sicurezza Alimenti --> Termometro a mercurio certificato

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Termometro a mercurio certificato, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Ciao ragazzi!!

Esiste un modo per far tarare un termometro a mercurio in modo da fugare qualsiasi dubbio durante le verifiche ordinarie alle sonde delle celle di refrigerazione e di mantenimento? Mi interessa sapere cioè se esiste una sorta di certificazione dei termometri. Se sì, come si fa per ottenerla? E' onerosa come operazione? Ogni quanto tempo (approssimativamente) va ripetuta la taratura del termometro?

Grazie mille a tutti!!

Andre


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Termometro a mercurio certificato
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:
Ciao! Per fare certificare un termometro, devi rivolgerti ad un centro accreditato S.I.T. (sigla che sta per Servizio Italiano di Taratura; meglio noto come Servizio di Taratura in Italia). Sul sito ufficiale del S.I.T. ( http://www.sit-italia.it ) trovi l'elenco completo dei centri accreditati, oltre ad una lista di contatti per avere maggiori ragguagli.

Facci sapere com'è andata a finire!  :-)
Giulio

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Non credo sia possibile far tarare un termometro a mercurio.. 

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Non credo sia possibile far tarare un termometro a mercurio.. 
Vedevo l'altro giorno su discovery channel che esiste un'alternativa ai termometri a mercurio per utilizzo industriale. Per motivi di tossicità esso è stato sostituito da una particolare cera liquida di colore blu, addittivata con dei composti in grado di farla rimaner tale a temperature che vanno anche sotto lo zero. La trasmissione faceva anche vedere il modo in cui venivano tarati. Il processo industriale consente di ottenere dei bulbi cavi, mediante produzione di serie, che discostano per volume l'uno dall'altro di una percentuale bassissima (dell'ordine mi pare dello 0.02% o giù di lì). La cera inoltre mantiene le sue proprietà chimico-fisiche per lungo tempo, quindi i coefficienti di dilatazione-contrazione al variare della temperatura rimangono costanti col passare del tempo. Infine le scale graduate che vi applicano sopra sono tarate in modo tale da far corrispondere lo zero alla temperatura rilevata dallo strumento in acqua ghiacciata e i 93,7° Celsius alla temperatura rilevata in un particolare bagno chimico in ebollizione. Le graduazioni delle scale inoltre (la distanza in millimetri tra i decimi di grado) vengono scelte in base a dei criteri che non ho ben capito, ma la cosa vi assicuro è studiata ad hoc. Per dubbi e/o domande sono a disposizione. Se riesco a trovare il filmato in rete metterò il link in un post.

replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

termometro, temperatura, termometro mercurio, taratura, cera, certificato, liquido, verifica, base, certificazione, processo, volume, chimico fisico, tossicita, acqua, scienze tecnologie alimentari, produzione

Discussioni correlate