Piani Autocontrollo e Prevenzione Covid-19 (SARS-CoV-2)

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Qualità e Sicurezza Alimenti --> Piani Autocontrollo e Prevenzione Covid-19 (SARS-CoV-2)

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Piani Autocontrollo e Prevenzione Covid-19 (SARS-CoV-2), occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Salve a tutti,

desiderei confrontarmi con voi in merito alle Misure Igieniche necessarie per la prevenzione della diffusione del SARS-CoV-2 (denominato in precedenza come 2019-nCoV); il cui morbo associato è stato in seguito abbreviato in COVID-19 (derivazione dell'inglese COronaVIrus Disease-2019).

In particolare dall'AUSL mi è stato chiesto di inserire nel Piano di Autocontrollo una parte specifica sulla prevenzione alla diffusione del COVID-19; ad esempio: mantenere le distanze interpersonali durante la lavorazione, eliminare la mascherina in contenitori dedicati e trattarli prima della chiusura con prodotti disinfettanti, ecc.

L'attività in questione è una Cucina Centralizzata.

Cordiali saluti,

Maura


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Piani Autocontrollo e Prevenzione Covid-19 (SARS-CoV-2)
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

La questione COVID-19, non essendo il SARS-CoV-2 ad oggi ascrivibile ai virus a trasmissione alimentare (Fonte Food and Agricolture Organization of the United Nations - FAO: Food Safety in the time of COVID-19 - ISBN: 978-92-5-132408-0), è a mio avviso più una questione di Sicurezza nei Luoghi di Lavoro. Pertanto, direi più un Allegato al Documento Valutazione Rischi (DVR) che al Piano di Autocontrollo.

Tuttavia, mentre in un primo momento non erano stati coinvolti (almeno in Toscana) i Tecnici della Sicurezza Alimentare, successivamente sì e quindi hanno cominciato a fare vigilanza anche loro. Questo per dire che, tutto sommato, qualcosa nel Piano di Autocontrollo andrebbe scritto.

Io personalmente ho solo aggiunto Pulizie e Sanificazioni aggiuntive di Uffici e Spogliatoi (con frequenze giornaliere) e relativa scheda, perchè tutto il resto è stato gestito (come dicevo) con un protocollo anti-contagio specificatamente allegato al DVR aziendale ed approvato dal Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), dal Medico Competente e dal Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS).

Ad esempio, quello che hai citato tu, sono tutte misure di sicurezza non di Igiene Alimentare.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Concordo con macgala:

Di conseguenza, ciò che viene richiesto alle Aziende ed Attività che già applicano un Piano di Autocontrollo, è di aumentare la frequenza delle Pulizie e delle Sanificazioni dei Luoghi di Lavoro, e l'Igiene delle Mani.

Inoltre, si richiede di far rispettare poche semplici regole quali: distanza interpersonale di almeno 1 metro, uso della mascherina e frequente igiene della mani.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Condivido pienamente i VS. pareri informandoVi che nel frattempo abbiamo avuto un controllo del NAS di Bologna i quali hanno verificato le procedure del piano di autocontrollo in particolare la Pulizia e sanificazione, L'igiene del personale e delle lavorazioni e la Formazione del personale. Dato che è presente anche una mensa dipendenti, hanno verificato la gestione degli accessi, la distribuzione dei pasti e dei condimenti nonchè la cartellonistica e la segnaletica posta in essere. E' andato tutto bene...Cordiali saluti.

 

 


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

piano autocontrollo, sicurezza, sanificazione, pulizie, lavoro, alimentare, sars-cov-2, igiene, efsa, ausl, igienico, igiene alimenti, rischio, sicurezza prodotti alimentari, food safety, condimento, controllo, formazione, igiene personale, mensa

Discussioni correlate