Vino: individuazione CCP e sovradosaggio da metabisolfito

TAFF: TalkinŽabout Food Forum

Sei qui: Qualità e Sicurezza Alimenti --> Vino: individuazione CCP e sovradosaggio da metabisolfito --> M4167

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Vino: individuazione CCP e sovradosaggio da metabisolfito. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Vino: individuazione CCP e sovradosaggio da metabisolfito

 

Scusate se parto da lontano, ma molti studenti come me hanno le idee un pò confuse.

Quando ci insegnano cos'è l'HACCP, una delle prime cose che vengono dette è che in passato i controlli si facevano sul prodotto finito, mentre con l'HACCP si tende a prevenire il pericolo, attraverso il monitoraggio di parametri che ci consentono di tenere sotto controllo i nostri punti del processo.. (parametri tecnologici es: T di pastorizzazione, pH ecc.).

So che con quel pH, aW, ecc. ad una data temperatura non ho problemi microbiologici… se la temperatura per qualche motivo scende, un eventuale sistema di allarme mi dovrebbe avvisare. Ok.. ne prendo atto.. azione correttiva..registro il tutto..bon

Se invece devo controllare attraverso analisi di laboratorio, cosa cambia rispetto a prima??

Controllo che il mio vino non superi il livello di solfiti stabilito per legge prima di imbottigliare... dovè il concetto di prevenzione dell'haccp?

Scusatemi se dico delle banalità, ma sono alle prime armi...



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

haccp, controllo, parametri, temperatura, ph, livello, prodotto, laboratorio, processo, azione correttiva, legge, monitoraggio, aw, vino, pastorizzazione, analisi, imbottigliamento, pericolo

Discussioni correlate (versione beta)









IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.