Microrganismi patate V gamma

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Microbiologia Alimentare --> Microrganismi patate V gamma

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Microrganismi patate V gamma, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Ciao mi sapreste dire quali microrganismi ricercare e quali analisi effettuare su delle patate che subiscono un processo di pelatura, confezionamento e sterilizzazione per testare la shelf life?


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Microrganismi patate V gamma
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Trovi alcune discussioni nel Forum TAFF:

Clicca Mappa del sito - tendina Modifica - pulsante Trova  - finestrella basso sx digita shelf - scorri tutte le discussioni shelf con i tasti Successivo o Precedente - aprile con la Manina.

Ciao


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Ciao crosti, ^__^

premetto che non provengo dal settore di tuo interesse; pertanto mi limito a darti il mio modesto contributo.

Seguendo il link che l'utente trentino ti ha segnalato nella discussione intitolata Caratteristiche chimico-fisiche patate (a proposito, prendiamo la buona abitudine di articolare le richieste sul forum, in modo da aiutare chi desidera risponderci a capire meglio cosa ci interessa realmente e a rendere le nostre discussioni utili oltre che interessanti per gli altri utenti di Talkin'about Food Forum) troviamo la seguente definizione di Patate della V Gamma: prodotto cotto pronto al consumo, lavato, pulito, cotto e confezionato.

Non avendo trovato normative specifiche per questo genere di prodotti, ti copio-incollo i valori riportati sul capitolato tecnico richiesto per una gara d'appalto indetta del Comune di Cento (FE):

Carica batterica totale<1000ufc/g
Coliformi totali<100 ufc/g
Escherichia coliassente in 1g
Staphilococcus aureus<10 ufc/g
Clostridi Solfitoriduttori<10 ufc/g
Salmonella sppassente in 25g
Listeria monocytogenesassente in 25g


Questo, da un punto di vista microbiologico, penso possa essere sufficiente. Quando parli di shel-life, però, tieni in considerazione anche l'aspetto chimico-fisco, oltre logicamente alla sfera organolettica.

Riguardo alla frequenza ed alla modalità d'esecuzione delle analisi per la valutazione della shel-life, mi associo al consiglio di trentino: prova a visionare alcune discussioni che trovi nella sezione Ricerca e sviluppo.

Spero di esserti stato d'aiuto.

See you soon!

Giulio

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao...

neanche io sono del settore specifico, ma ritengo che se si deve fare una ricerca di shelf life, dal punto di vista microbiologico, è inutile andare a ricercare microrganismi che comunque non devono essere presenti (limite zero). Mi concentrerei sugli "indicatori" quali coliformi, carica batterica, ...,.

Non dimenticherei, per ricerche di routine, anche il Bacillus cereus, che è pericoloso per le sostanze ad alto tenore di amido.

spero di esser stato utile

saluti

Emanuele


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

patate, microrganismo, shelf life, cotto, confezionamento, analisi, limite, carica batterica totale, valori, prodotto, bacillus cereus, microbico, sterilizzazione, chimico fisico, amido, indicatori, pulito, capitolato tecnico, microbiologico, talkin about food forum, processo

Discussioni correlate