Etichettatura acido ascorbico in prodotto bakery

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Etichettatura acido ascorbico in prodotto bakery

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Etichettatura acido ascorbico in prodotto bakery, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Buongiorno, ho un dubbio sull'applicazione del Reg 1169 in materia di additivi aggiunti nella realizzazione del prodotto finito, NON nell'acquisto di farina trattata.

Il Reg. 1129 (n.07 Prodotti da forno) e 1333 definiscono l'acido ascorbico un additivo da inserire "quantum satis" . Seguendo il Reg 1169 andrebbe dichiarato in etichetta come additivo antiossidante o E300. Però essendo termolabile non si dovrebbe ritrovare nel prodotto cotto a 200°C quindi non andrebbe dichiarato siccome "i residui non sono considerati ingredienti".

1) Secondo voi si dichiara o no ?

2) Inoltre mi chiedo perchè non sia previsto nel Reg. 1129 n 07.2 (prodotti da forno fini), significa che in un cracker NON posso inserire acido ascorbico mentre nel pane (7.1.1) si può?

3) non ne rimane traccia neanche in un pane la cui termperatura al cuore raggiunge solo 85°C?

Grazie a tutti


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Etichettatura acido ascorbico in prodotto bakery
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Ciao, effettivamente l'ac. ascorbico non si dovrebbe trovare dopo cottura, pertanto puoi ometterlo nella decrescenza. Per rispondere al punto 3 direi proprio di no, non ne rimane traccia a 85 °C, però se vuoi essere sicura dovresti effettuare un'analisi.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

e300, prodotto, additivi, prodotto forno, pane, cottura, residui, farina, antiossidanti, sicuro, ingrediente, cotto, etichetta, analisi

Discussioni correlate