Acqua Ossigenata (H2O2) in Materia Prima Ittica Congelata

TAFF: TalkinŽabout Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Acqua Ossigenata (H2O2) in Materia Prima Ittica Congelata --> M6949

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Acqua Ossigenata (H2O2) in Materia Prima Ittica Congelata. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Acqua Ossigenata (H2O2) in Materia Prima Ittica Congelata

Buonasera a tutti,

sono Responsabile Qualità di un'azienda trasformatrice di prodotti ittici e ultimamente vicino a noi è successo quanto descritto in quest'articolo che vi sottopongo:

Maxi sequestro pesce. Unicoop depenna Ittica Etruria dai fornitori, Esselunga “parte offesa”

Ho deciso, pertanto, di capire di più sull'utilizzo dell'acqua ossigenata (H2O2) e mi sono imbattuto in una precedente discussione del forum TAFF intitolata:

Acqua ossigenata e cloro come additivi/coadiuvanti

Non entro nel merito della definizione di coadivuanti tecnologici / additivi, ma lancio un'occasione di confronto. Enzimi come alfa-amilasi utilizzati nella panificazione sono dei veri e proprio coadiuvanti tecnologici che non lasciano residui ed hanno un ruolo fondamentale nella realizzazione di un prodotto appetibile per il consumatore, con un netto vantaggio commerciale rispetto a chi non li usa.

Tralasciando il fatto assodato che vendere congelato per fresco sia una frode (ben evidenziato in neretto), non capisco perché un'azienda che trasforma, partendo dal congelato, prodotti ittici che poi sottopone a marinaratura e vendere come prodotti di gastronomia, non possa utilizzare perossido di idrogeno per ottenere un miglioramento del semilavorato; consapevole del fatto che ciò non lasci alcun residuo e non sia pericoloso per la salute (come per altro dimostrato da vari studi e ricerche disponibili in rete).

Non vorrei che questa proibizione (i Reg. CE non elencano il perossido d'idrogeno tra i coadiuvanti tecnologici) poi, tra un paio d'anni, diventasse invece un'autorizzazione.

Il nostro è un caso particolare perché il pesce lo compriamo già marinato; ma chi mi garantisce che il mio fornitore non abbia fatto ricorso a perossido di idrogeno visto che (incredibile!) è normalmente commercializzato in Spagna (dove forse i Regolamenti Comunitari non valgono)?

Spero di non essere stato troppo ingarbugliato nei ragionamenti...



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

acqua ossigenata, congelato, prodotti ittici, fornitore, residui, qualita, enzima, prodotto, semilavorato, e1100, fresco, coadiuvante tecnologico, additivi, consumatore, frode, additivi coadiuvanti tecnologici, e949, e925, perossidi

Discussioni correlate (versione beta)









IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.