Etichettatura dei condimenti prodotti dal ristoratore

TAFF: TalkinŽabout Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Etichettatura dei condimenti prodotti dal ristoratore --> M4215

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Etichettatura dei condimenti prodotti dal ristoratore. Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Etichettatura dei condimenti prodotti dal ristoratore

Ciao,

Il Reg CEE 1019/2002 stabilisce la normazione per la commercializzazione degi oli di oliva; all'articolo 2 comma uno si riporta che gli oli di oliva debbano essere venduti al consumatore finale solo in imballaggi con capacità massima di 5 litri, con apposito sistema di chiusura e apposta etichetta con indicazioni obbligatorie.
Per Consumatore finale si includono anche i ristoranti.

La legge n.81/2006 riporta:

<< ...Al fine di prevenire le frodi nel commercio dell’olio di oliva ed assicurare una migliore informazione ai consumatori, è fatto divieto ai pubblici esercizi di proporre al consumo, fatti salvi gli usi di cucina e di preparazione dei pasti, olio di oliva in contenitori non etichettati conformemente alla normativa vigente.
In caso di violazione delle disposizioni di cui ... , si applica a carico degli esercenti la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 1.000 a euro 3.000...>>

Dal 2006 non si vedono,meglio non si dovrebbero più vedere (il condizionale è d'obbligo) le "anonime bottigliette di vetro" o oliere sui tavoli dei ristoranti.
Due sono i fattori da considerare:
-gli acidi grassi dell'olio tendono ad "irrancidire", nel linguaggio comune l'olio "diventa rancido" in seguito a degradamento da parte della luce, ossigeno continui travasi e rabbocchi... - in secondo luogo al fine di prevenire le frodi per quanto riguarda la commercializzazione dell'olio di oliva e assicurare trasparenza in etichetta e informare il Consumatore; il quale è tenuto sostanzialmente a leggere l'etichetta pretendendo che l'olio di olio sia servito in tavola in bottiglie confezionate con etichetta ovviamente ben visibile e conforme con la normazione vigente in materia di etichettatura.

Mi sembra ovvio, ma anche corretto ribadire in modo da non "lasciare dubbi a interpretazione" l'impossbilità di utlizzare "oliere" con apposta etichetta "fai da te"!!!

Spero di essere stato abbastanza chiaro nella mia speigazione, rimango comunque a completa disposizione per ulteriori dubbi

Saluti

by marco896



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

etichetta, consumatore, olive, bottiglia, ristorante, legge, olio oliva, e948, interpretazione, confezionamento, frode, te, imballaggi, acidi grassi, conforme

Discussioni correlate (versione beta)








IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.