Analisi semplici da fare a casa per valutare ortofrutta BIO

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Chimica degli Alimenti --> Analisi semplici da fare a casa per valutare ortofrutta BIO

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Analisi semplici da fare a casa per valutare ortofrutta BIO, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Cari frequentatori del Forum,

vorrei chiedere se esista un'analisi semplice, da poter fare in casa, per verificare quanto è "Bio" l'ortofrutta che acquisto.

Magari un'analisi per vedere se contiene residui di concimi chimici? O verderame?

Grazie per eventuali suggerimenti.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Analisi semplici da fare a casa per valutare ortofrutta BIO
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

La normativa Bio indica le pratiche e le sostanze ammesse in produzione e trasformazione. Tutte le altre sono non consentite.

Quale protocollo analitico sarebbe in grado di determinare l’assenza di tutte le altre?


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Grazie per la risposta. Mi chiedevo se non fosse possibile, con qualche esame semplice, individuare i componenti chimici in eccesso.. Quelli più appariscenti, come ad esempio: FosforoRamePotassio, etc.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao esters, ha ragione il dottor trentino: come fai a valutare in casa se un prodotto vegetale è "Bio"?

Devi fidarti dell'etichetta. :D

Tieni conto che i metaboliti dei fitofarmaci proibiti possono essere valutati a seconda del tipo, con analisi cromatografiche molto costose e/o con dosaggi enzimatici e che comunque richiedono un processo di estrazione chimico-fisica dalla matrice alimentare molto complicato.

Inoltre, Fosforo, Rame e Potassio non sono sostanze pericolose e sono normalmente presenti in tutti i tessuti animali/vegetali.

Il Rame per giunta è uno dei prodotti anti-parassitari insieme allo Zolfo che può essere utilizzato come agente anticrittogamico sulle coltivazioni Biologiche (esempio: Poltiglia Bordolese) ed è di contatto e non sistemico; pertanto basta lavare il frutto/ortaggio ed il residuo viene allontanato.

Tutti gli altri anticrittogamici, fitoparassitari, etc. hanno azione citotropica e sistemica, ossia penetrano nel torrente linfatico della pianta dove permangono per un certo numero di giorni, noti come tempo di carenza, oltre il quale è la stessa pianta a smaltirla con il suo sistema di detossificazione.

Per il consumatore, orientativamente, le cultivar più o meno Biologiche sono anche quelle appartenenti alle varietà più antiche e commercializzate nel periodo tipico della raccolta, come per esempio la Mela Renetta, che è una cultivar molto tradizionale.

Cordiali saluti.


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

analisi, residui, animale, frutta, alimentare, estrazione, consumatore, processo, antiparassitari, mela, etichetta, verifica, esame, prodotto, chimico fisico, ortaggi, produzione

Discussioni correlate