Consigli per Neolaureato in Scienze e Tecnologie Alimentari

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Studenti S.T.A. --> Consigli per Neolaureato in Scienze e Tecnologie Alimentari

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Consigli per Neolaureato in Scienze e Tecnologie Alimentari, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Cari amici,

sono Laureato Magistrale in Scienze e Tecnologie Alimetari, senza abilitazione all'esercizio della Professione di Tecnologo Alimentare.

Quale strada mi consigliate di intraprendere? Conviene fare qualche corso (es. da alimentarista, di formazione, per diventare Auditor, in ambito certificazione della qualità dei prodotti agroalimentari, etc.), oppure conviene tentare con qualche concorso, o altro?

Accetto consigli.

Che lavoro può svolgere un semplice Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari? (Vi ricordo: senza l'abilitazione!)

Vi ringrazio.


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Consigli per Neolaureato in Scienze e Tecnologie Alimentari
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Ma può essere che con un argomento così importante e con 155 visite in data odierna nessuno abbia dato una risposta?

Sono anche io uno studente però della scuola alberghiera e su Google, facendo una ricerca, mi sono imbattuto in questa dichirazione, che però vedo è senza risposta. Ho dovuto registrarmi per capire bene, poichè è da molto tempo che seguivo l'argomento, senza però trovare risposta al mio dubbio.

Io mi trovo nella condizione di dover scegliere quale percorso formativo intraprendere; poichè sono al quinto anno della scuola alberghiera e mi hanno parlato del Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari. In verità, però, non ho capito nulla.

Ad ogni modo, la mia ricerca era la seguente: che lavoro può svolgere un Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari? Uguale uguale a quello che ha scritto sopra donny1987!

Ovviamente mi rivolgo a Voi in quanto chi meglio di Voi che siete nel campo attivamente e fate parte di questa Community potete dire la Vostra in merito?

Grazie


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Buongiorno,

la causa della mancanza di risposta al quesito dell'utente donny1987 potrebbe essere dovuta al fatto che non esiste una vera risposta, per molteplici motivi quali:

  • il Corso di Laurea (triennale + magistrale) in Scienze e Tecnologie Alimentari risulta essere un percorso formativo che a mio avviso può soddisfare numerosi desideri professionali, quali: chimico, biochimico e microbiologico, tecnico, marketing agroalimentare, aspetti nutrizionali (sempre associati ad altre figure professionali) ed altri ancora. Uno studente che frequenta tale tipologia di Corso di Laurea dovrebbe poi scegliere in quale contesto specializzarsi. La risposta è pertanto assolutamente relativa.
  • gli sbocchi lavorativi di un Dottore Triennale, rispetto ad un Dottore che ha completato la formazione con la Magistrale, sono praticamente uguali; tutto dipende dalle aziende che necessitano di laureati nel nostro Settore. La differenza tra Dottore in S.T.A. e Tecnologo Alimentare risiede nel fatto che quest'ultimo è un Libero Professionista regolarmente iscritto all'Albo, quindi offre attività di consulenza, progettazione oppure attività di ricerca, etc., insieme anche ad altre figure professionali. Il Libero Professionista, quindi, si specializza in ciò che desidera.
  • scegliere tra l'ambito delle Certificazioni, oppure della Nutrizione, oppure ancora tecnologico dell'Industria Agroalimentare è a discrezione dello studente o futuro Professionista.

Inoltre desidero aggiungere che non esiste una scala di importanza tra le varie discipline con le quali si opera nel mondo del lavoro, perchè (secondo il mio parere) tutte sono fondamentali per il raggiungimento della qualità ed innovazione del processo produttivo e del prodotto tal quale. Ergo, bisogna che anche gli stessi imprenditori / produttori inizino ad avere volontà di migliorare e valorizzare la propria realtà agroalimentare e quindi i propri prodotti.

Cordialità,

Giuseppe


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

scienze tecnologie alimentari, laurea, professionale, lavoro, professionista, certificazione, formazione, qualita, nutrizionale, tecnologo alimentare, prodotto, alimentare, marketing agroalimentare, consulenza, nutrizione, alimentaristi, microbiologico, decreto legislativo 26 maggio 1997 n 155, processo produttivo, abilitazione professione tecnologo alimentare

Discussioni correlate