Etichettatura di prodotto UE distribuito in Italia

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Etichettatura di prodotto UE distribuito in Italia

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Etichettatura di prodotto UE distribuito in Italia, occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Ciao a tutti,

ho un quesito riguardo all'indicazione in etichetta del distributore.

In caso di prodotto distribuito dall'azienda (nessun tipo di manipolazione, confezionato dal produttore), prodotto all'interno della comunità europea, è sufficiente l'indicazione completa del distributore oppure è previsto l'obbligo di indicare "prodotto in UE"? mi sembra che il DL 109/92 non dia disposizioniin merito a tale dicitura, che però si ritrova in alcuni prodotti della GDO.

Grazie


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Etichettatura di prodotto UE distribuito in Italia
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Ciao Saretta,

se il prodotto non è fabbricato in Italia è sufficiente indicare in etichetta quanto previsto dall'art.3 comma 1 lettera e del DL 109/92 senza l'obbligo di indicare anche quanto previsto dalla lettera f.

Per giustificare il fatto che non viene riportata in etichetta la sede dello stabilimento poichè trattasi di prodotto non fabbricato in Italia è sufficiente prevedere anche la seguente dicitura: "Prodotto in UE" nel tuo caso.

ciao

Alfredo


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Ciao Sara,

rispondo alla tua mail privata tramite il forum poichè l'argomento in discussione puo' interessare anche altre persone, non riporto la tua mail perchè non so se era tua specifica intenzione non postare sul forum quanto mi hai scritto. Cmq riporto di seguito alcuni link interessanti che ti invito a leggere attentamente:

http://www.prismaetichette.it/libreria_prisma/legge_109/pcont/nome_prod.htm (lettera g)

http://www.ilfattoalimentare.it/nome-ragione-sociale-marchio-registrato-dubbio-etichettatura.html

Per rispondere quindi ai tuoi dubbi direi che è necessario interpretare la legge e secondo me se in etichetta è riportato "importato da...sede..." si puo' già sottointendere che è un prodotto che proviene dall'estero, se invece è riportato "distribuito da...sede..." allora la provenienza non è chiara e sicuramente si è passibili di sanzioni in caso di controllo. In quest'ultimo caso si puo' procedere con una sovrastampa o un etichetta che specifichi la provenienza.

Fammi sapere ciao!

Alfredo

replyemailprintdownloadaward

Oggetto:
Grazie nuovamente per la risposta!

In effetti ti avevo risposto privatamente in quanto pensavo fosse un pò troppo nel dettaglio per essere di interesse comune.

Grazie ancora per la chiarezza e il grande aiuto che questo forum fornisce!

Sara

replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

prodotto ue, etichetta, prodotto, decreto legislativo 27 gennaio 1992 n 109, legge, distributore, sanzioni, confezionamento, dichiarazione inizio attivita, sicuramente, gdo, controllo

Discussioni correlate