Adeguamento preimballaggi comuni a preimballaggi C.E.E.

TAFF: Talkin´about Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Adeguamento preimballaggi comuni a preimballaggi C.E.E.

Se desideri rilasciare nuove dichiarazioni, scaricare files, rispondere direttamente agli autori delle dichiarazioni presenti all'interno di questa discussione, dal titolo Adeguamento preimballaggi comuni a preimballaggi C.E.E., occorre effettuare il login, previa registrazione al Forum. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.

Oggetto:

Salve a tutti!

Se un'azienda che si è avvalsa fino ad oggi di preimballaggi diversi da quelli CEE ("e") volesse passare ai preimballaggi CEE (Legge 690/1978) deve effettuare qualche comunicazione oppure "apporre" semplicemente la lettera "e" sulla confezione?

Grazie in anticipo,

Manuela


replyemailprintdownloadaward

Oggetto: Adeguamento preimballaggi comuni a preimballaggi C.E.E.
provaprovaprovaprovaprova

Oggetto:

Ciao Manuela,

ti consiglio la lettura di questo articolo sull'argomento ciao!

 

Alfredo


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao Alfredo,

ti ringrazio tanto per il file che ha chiarito gran parte dei miei dubbi.

Non ti nascondo che è la prima volta che approfondisco l'argomento! Vorrei "approfittare" della tua professionalità e della tua gentilezza per farti alcune domande:

  1. Dove posso trovare l'allegato II del D.M. 27/02/79? Riesco a scaricare la legge, ma nessuna traccia degli allegati! Mi sono affidata fino ad ora agli allegati della Legge 25 ottobre 1978 n. 690.
  2.  Se un'azienda effettua il controllo del contenuto effettivo dell'imballaggio preconfezionato, è obbligata a fare anche il controllo della media dei contenuti effettivi?
  3. Non so ancora se l'azienda utilizza macchine riempitrici non omologate; se ciò rappresentasse la realtà sarebbe il caso di acquistare una selezionatrice ponderale, onde evitare il cambio dei macchinari già presenti?

Ti ringrazio ancora per l'attenzione,

Manuela

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Intanto, complimenti ad Alfredo Gris per l'articolo.

Quanto agli allegati, più fonti li segnalano inseriti nel testo aggiornato della 690, ad esempio:

ciao,

alf


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Grazie afclerici!

Il sito che hai suggerito non mi lascia aprire gli allegati del DM 27/02/79... A questo punto penso che sia stato aggiornato dalla legge 690/78!

Ma se l'azienda non dovesse avvalersi del marchio C.E.E. ("e"), può comunque commercializzare il suo prodotto in tutta Europa e nel mondo?


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao,

grazie Mauela per i tuoi apprezzamenti, mi fa piacere, grazie anche ad alfclerici per i complimenti sono lusingato,

rispondo un po' di fretta ad alcuni punti, il decreto citato ha aggiornato la legge 690 è necessario quindi reperire la versione aggiornata della Legge.

Se l'azienda non si avvale del marchio CEE non può esportare fuori dall'Italia poichè il marchio serve proprio a dimostrare che si tratta di imballaggio CEE e che si rispettano quindi le normative metrologiche europee, emanate proprio per garantire il libero scambio e mutuo riconoscimento tra gli stati membri.

Spero intanto di aver chiarito alcuni punti.

ciao!

Alfredo


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Salve,

Non vorrei andare fuori tema, ma ho quesito che vorrei porvi:

Per i prodotti preconfezionati non CEE (esempio vaschetta di pesche da kg 1), dove in etichetta la quantità nominale è preceduta dalla dicitura "peso netto" è comunque prevista la tolleranza intesa come errore massimo consentito (DPR n. 391/1980) o tale dicitura fa decadere questa possibiltà?

Grazie in anticipo per le eventuali risposte.

 


replyemailprintdownloadaward

Oggetto:

Ciao,

come dice il buon De Giovanni la dicitura "quantità netta" o "peso netto" non consente tolleranze, poichè con queste diciture si garantisce un minimo di peso. Infatti equivalente è la dicitura "minimo garantito".

Poi, che nel mercato si trovi di tutto è un altro discorso; lo stesso De Giovanni aggiunge giustamente che nessuna norma impone l'obbligatorietà di utilizzare le diciture per indicare il peso, ma è sufficiente indicare il numero e l'unità di misura, risparmiando anche spazio!!!

Alfredo


replyemailprintdownloadaward



Parole chiave (versione beta)

preimballaggio, legge, imballaggi, preconfezionato, peso, peso netto, controllo, alfredo gris, selezionatrice ponderale, etichetta, metrologico, quantita, confezione, volume, prodotto, pesche, quantita netta, professionalita

Discussioni correlate