Cappa carboni attivi senza canna fumaria,nuova pasticceria

TAFF: TalkinŽabout Food Forum

Sei qui: Legislazione Alimentare --> Cappa carboni attivi senza canna fumaria,nuova pasticceria --> M10057

Attenzione: Stai leggendo una singola dichiarazione, che fa parte di una discussione piu' ampia dal titolo Cappa carboni attivi senza canna fumaria,nuova pasticceria . Se desideri partecipare alla discussione è necessario che tu acceda al Forum, previa registrazione. Per maggiori dettagli puoi consultare la F.A.Q.


Oggetto: Cappa carboni attivi senza canna fumaria,nuova pasticceria

Buonasera,

I requisiti igienico -sanitari applicabili agli Operatori del Settore Alimentare e  sono quelli indicati nell'Allegato II del REGOLAMENTO (CE) n. 852/2004 , ai Capitoli I, II, e dal V al XII.

In particolare all'allegato II del Reg 852/2004 al cap V si riporta che:

"lo schema, la progettazione, la costruzione, l'ubicazione  e le dimensioni delle strutture destinate agli alimenti devono impedire o ridurre al minimo la contaminazione trasmessa per via aerea e assicurare uno spazio di lavoro tale da consentire lo svoglimento di tutte le operazioni in condizioni di igiene"...."le strutture devono impedire la formazione di condensa o muffa indesiderabili".

Tradotto (non si fa riferiemnto specifico alle cappe) ma occorre adottare tutte le misure preventive in modo da prevenire (scusate il giro di parole) o ridurre al minimo le problematiche agromento di tale discussione presente nel post di Taff.

Inoltre consultando il documento presente sul sito del Comune di Rimini avente come oggetto "Provvedimento sperimentale ai sensi dell’art. 14, lett. f) dello Stralcio al Regolamento d’Igiene del Comune di Rimini – parte relativa all’igiene degli alimenti e delle bevande e dei bar con attività di piccola ristorazione – approvato con delibera di C.C. n. 2 del 30/01/2003, modificato e integrato con delibera di C.C. n. 155 del 01/12/2005 e con delibera di C.C.  n.16 del 11.04.2017"

cliccabile al link sopra nel quale si può leggere fin dalla prima pagina 

"VISTO lo Stralcio del Regolamento d’Igiene del Comune di Rimini approvato con delibera di C.C. n. 2 del 30/01/2003, modificato e integrato con delibera di C.C. n. 155 del 01/12/2005 e con delibera di C.C. n.16 del 11.04.2017; in particolare": 

"l'art 13, lett f) prevede che: “i sistemi di aspirazione ed eliminazione all’esterno di fumi, vapori ed odori prodotti da combustioni e cotture che comprendano cappa di aspirazione, di dimensioni almeno adeguate a circondare con la propria proiezione verticale.........Le attività esistenti che siano causa di inconvenienti igienici o molestia per gli abitanti della zona circostante accertati dal personale tecnico dell’AUSL dovranno anch’essi adeguarsi a quanto indicato ai commi precedenti....”;

A presto!

 



torna alla discussione email print download award

Parole chiave (versione beta)

igiene, regolamento ce n 852 2004, formazione, ausl, requisiti igienico sanitari, lavoro, bevande, alimenti, muffa, operatore settore alimentare, igienico, contaminazione, igiene alimenti

Discussioni correlate (versione beta)









IMPORTANTE! Lo Staff di taff.biz non si assume alcuna responsabilità sui contenuti del Forum (discussioni, dichiarazioni, files allegati, e-mails, etc.), in quanto rilasciati autonomamente dagli utenti, che pertanto debbono essere considerati gli unici responsabili delle proprie azioni. Le dichiarazioni rilasciate dagli utenti non sono soggette ad alcuna moderazione; tuttavia lo Staff si riserva il diritto di intervenire eliminando o modificando, qualora lo ritenesse opportuno, i messaggi che, a seguito di controlli saltuari o di segnalazione da parte di altri utenti, venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti o non rispettanti le regole del Forum.